Elettrodomestici: piccoli e grandi

Gli elettrodomestici sono apparecchi ad uso domestico, alimentati da energia elettrica.

Si definiscono grandi elettrodomestici quelli tradizionalmente di colore bianco: lavatrici e asciugatrici, lavastoviglie, frigoriferi e congelatori, ecc. In base al sistema di integrazione, possono essere da incasso o da appoggio.

I piccoli elettrodomestici hanno dimensioni più contenute e, per loro natura, poggiano su un piano di lavoro e possono essere spostati (anche se poi restano quasi sempre nello stesso posto). Svolgono quasi qualsiasi attività soprattutto in cucina: preparare pietanze, tostare, cuocere, spremere, mixare, scaldare, raffreddare, centrifugare, affettare, sminuzzare, aspirare, ecc.

Si tratta di apparecchi che velocizzano i normali processi domestici e che al giorno d’oggi sono divenuti pressoché onnipresenti in molte abitazioni.

Tecnologia e estetica

I piccoli elettrodomestici sono quasi sempre visibili e qualche volta fanno addirittura bella mostra di sé sul piano della cucina. Dunque le considerazioni estetiche non sono da sottovalutare, poiché un apparecchio di questo tipo deve integrarsi e valorizzare gli ambienti, non penalizzarli o sciuparli.

Per questa ragione il fattore design diviene spesso la chiave di volta per decidere dell’acquisto: cromature, colori, forme… Tutto studiato per non “stonare” con il resto.

All’interno di questi piccoli utensili si trovano soluzioni ad alta tecnologia. Si pensi, per esempio, ai gioiellini hi-tech che richiedono soltanto l’introduzione degli ingredienti in una ciotola per preparare, dall’inizio alla fine, pietanze anche complesse.

Indispensabili?

Per i grandi elettrodomestici la risposta è sicuramente positiva. Ma per i piccoli?

Ne esistono talmente tanti e così specializzati, che talvolta è difficile capire se l’apparecchio sia necessario e sarà effettivamente utilizzato, oppure se l’acquisto non sia frutto di un impulso del momento.

Certamente alcuni piccoli utensili sono più utili di altri.

Tra i più diffusi, i forni a microonde meritano il primo posto, seguiti probabilmente dai robot da cucina, che consentono di accorpare più funzioni: ovviamente sminuzzare e frullare, ma con appositi accessori essi possono anche centrifugare, dadolare, montare, impastare, spremere ecc. I modelli hi-tech possono anche cucinare (Bimby, Multicooker, ecc.).

Per chi si diletta a fare il pane o spesso prepara dolci casalinghi, l’impastatrice (meglio se planetaria) può essere un prezioso salvatempo. Le macchine del pane possono essere un'alternativa, ma per i dolci non rendono benissimo.

E poi tutto il resto: tostapane, friggitrice, gelatiera, affettatrice, bistecchiera, estrattore di succo, vaporiera, sbattitore, yogurtiera, macchina per fare i pop corn, pelaverdure, bollitore, macchina da caffè, grattugia elettrica, macchina per sottovuoto, tritaghiaccio…E probabilmente molti, molti altri piccoli utensili che rispondono alle più svariate esigenze domestiche.

I prezzi di questi piccoli amici elettrici dipendono dal tipo di apparecchio, dalla tecnologia e dalla marca. Costano meno dei grandi elettrodomestici ma talvolta richiedono un budget sostanzioso (per esempio il Bimby).

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda