Il bagaglio perfetto: come mettersi in moto

Come ogni centauro sa, la scarsa disponibilità di spazio per i bagagli della motocicletta è il prezzo da pagare per godere della grande libertà di movimento concessa da una dueruote.

È possibile tuttavia portare con sé tutto l’essenziale per un lungo viaggio senza compromettere l’efficienza del proprio bolide.

Bauletti e borse: tipologie e posizionamento

Tra gli accessori da moto si trovano molte diverse soluzioni. Il primo aspetto da considerare per non incorrere nell’acquisto sbagliato è il peso: aumentare il carico della moto significa allungare i tempi di frenata e rendere il veicolo instabile, dunque i bagagli per la moto devono essere di materiale molto leggero.

L’assetto è il secondo elemento da tenere in considerazione: gli oggetti più pesanti devono essere collocati in basso e vicino al centro della moto e bisogna evitare di caricare eccessivamente il retrotreno con bauletti e borse da sella troppo grandi. È meglio quindi avere un unico bagaglio, collocato magari sulle barre paramotore.

Se proprio è necessario portare più bagagli bisogna accertarsi che il peso sia uniformemente distribuito, si rivelano ideali per questo scopo le borse da serbatoio o quelle laterali, di costo compreso tra 30 € e 100 €.

Morbide o rigide: borse per tutti gli usi

La differenza principale tra i bauletti e le borse da viaggio consiste nella loro sicurezza: i modelli morbidi sono prede più facili per i ladri, ma se i bagagli rigidi sono più sicuri, il loro inevitabile difetto è quello di essere meno comodi da riempire. Un valido compromesso è il ricorso a corde e reti elastiche da tendere intorno alle sacche morbide, senza però cedere alla tentazione di inserire oggetti tra i tiranti e le borse, perché andrebbero sicuramente smarriti. Al loro posto mettete invece un telo impermeabile per assicurare il bagaglio dalle infiltrazioni, soprattutto se le borse non sono stagne.

Avere tutto il necessario sempre addosso è forse la soluzione migliore: gli zaini da moto e i marsupi da gamba sono impermeabili, permettono il controllo diretto dell’assetto e mettono al sicuro da furti spiacevoli durante le soste. Lo zaino giusto ha caratteristiche ben precise: ergonomia, una tasca anteriore resistente all’acqua, fondamentale dal momento che sarà il bagaglio investito con maggiore violenza dalla pioggia, e catarifrangenti.

Bisogna inoltre ricordare sempre che un buon bagaglio non sarà mai efficiente se non viene preparato e riempito con ordine: gli oggetti più utili e importanti, come gli indumenti antipioggia e i documenti personali devono essere sempre a portata di mano. Quando tutto è pronto sarebbe infine opportuno verificare cosa si è deciso di portare con sé: eliminare il superfluo e caricare sulla moto soltanto l’indispensabile è il segreto per un viaggio comodo, piacevole e sicuro.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda