Altoparlanti vintage: quali sono i migliori?

Gli articoli vintagerappresentano, da qualche anno a questa parte, delle vere e proprie opere d’arte per gli appassionati del genere, che non esitano a spendere delle fortune per arredare casa propria con qualche importante pezzo d’antiquariato. Questa passione si manifesta anche nel momento in cui si scelgono le componenti elettroniche per la casa, tra cui i dispositivi audio e video. Tra tutti gli articoli per la TV, audio e video, quelli in stile vintage sono tra i più ricercati nei i mercatini dell’antiquariato e nei negozi online.

Oltre alla componente estetica, a detta di tanti la maggior parte dei diffusori sonori fabbricati tra gli anni '60 e '70 è superiore alle rispettive controparti moderne. Nella scelta degli altoparlanti vintage da acquistare è bene tenere a mente che non esiste una tipologia migliore di un’altra. In linea generale, i diffusori di grandi dimensioni riproducono meglio il suono a volume alto rispetto ai piccoli altoparlanti, e sono capaci di riempire anche spazi di grandi dimensioni in modo molto più efficace.

Altoparlanti vintage: come ripristinare l’antico splendore

Una volta acquistati gli altoparlanti che meglio si adattano alla nostra radioo televisore vintage, occorre verificare il loro funzionamento, cercando di ripristinare al meglio le loro condizioni originali attraverso mirate operazioni di restauro. Negli anni '70 fu introdotto un materiale espanso per collegare il woofer (diffusore specifico per i bassi) alla sua struttura in metallo. Questo è diventato molto popolare ed è ancora utilizzato per la produzione degli altoparlanti più moderni. La schiuma è leggera e molto flessibile e offre alcuni vantaggi in termini di prestazioni ma, sfortunatamente, si deteriora dopo circa dieci anni. Nella maggior parte dei diffusori può essere sostituita, i kit sono disponibili per molte tipologie di altoparlanti nei negozi per il fai-da-te, anche se, specialmente se si tratta di un’apparecchiatura delicata, è consigliabile far svolgere il lavoro ad un esperto.

Un altro dei problemi che spesso presentano gli altoparlanti vintage è il degrado delle componenti elettroniche. Molti diffusori della metà del secolo possiedono dei controlli elettronici che, dopo anni di attività, possono costituire una fonte di problemi. Il problema può essere facilmente corretto mediante la sostituzione, che si traduce in un significativo miglioramento delle prestazioni.

Altoparlanti vintage: quanto costano?

Gli altoparlanti vintage sono facilmente reperibili nei negozi online, insieme a molti altri articoli per Tv e articoli audio e video vintage. Le cifre partono da un minimo di 1 € per le coppie di altoparlanti usati, per arrivare a superare i 6.000 € per gli impianti di marca ancora in ottime condizioni.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda