Aeratori e pompe per acquari

La pompa rappresenta il cuore di un acquario, poiché garantisce la circolazione dell’acqua, spingendola verso i filtri in modo che non ristagni. Al momento dell’acquisto, quindi, bisogna considerare le differenti caratteristiche di ogni modello per scegliere quello più idoneo per la propria vasca.

Ne esistono due tipi:

  • pompe di mandata: assicurano il ritorno dell’acqua dal filtro all’acquario;
  • pompe di movimento: in molti acquari, sia d'acqua dolce sia salata, è necessario creare delle correnti, poiché queste trasportano ossigeno e alimenti agli organismi. Questi tipi di pompe, quindi, ricreano l’ambiente marino o di fiume, dando movimento all’acqua.

Cosa considerare durante l’acquisto

I due parametri che contraddistinguono le pompe sono la prevalenza e la portata.

La prima è la capacità della pompa di spingere un fluido verso l’altro e si misura in metri. La portata è, invece, la quantità di liquido che una pompa riesce a spostare in un certo arco di tempo (litri/ora).

Questi due valori variano a seconda dell’acquario: la portata si può misurare rimanendo su una potenza oraria totale pari a circa 20 volte il volume d’acqua contenuto, mentre per quanto riguarda la prevalenza, si piazzano le pompe sui due lati dell’acquario e, alternando accensione e spegnimento, si generano correnti opposte.

Al momento dell’acquisto, bisogna anche considerare la rumorosità della pompa. Dato che, generalmente, l’acquario viene posizionato all’interno di un appartamento, è meglio spendere un pò di più e comprare una pompa di movimento che sia silenziosa.

Infine, bisogna assicurarsi che non ci siamo ostacoli al funzionamento della stessa, posizionandola in una parte della vasca dove non ci sono pietre o altri oggetti d’intralcio. Il prezzo delle pompe d’acqua oscilla dai 4 € ai 220 €.

Aeratore per acquari

Si tratta di una pompa a membrana e serve a spingere l’aria in vasca, le più comuni sono a singolo o a doppio stadio.

L’aeratore per acquario non è uno strumento indispensabile in un acquario e si deve usare solo se persistono certe condizioni:

  • un acquario senza piante o con piante a crescita lenta, in quanto ci sarà carenza di ossigeno e si formeranno numerose alghe;
  • in caso di utilizzo di medicinali nella vasca. In questo caso, l’aeratore fornisce ossigeno ai batteri che si riproducono;
  • nel primo mese di maturazione dell’acquario, per permettere ai batteri di riprodursi più in fretta avendo a disposizione una quantità maggiore di ossigeno;
  • in caso di alte temperature, che portano ad una carenza di ossigeno nell’acqua.

Il prezzo di un aeratore varia dai 7 € ai 420 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda