Accordatori per strumenti musicali

Tutti i musicisti sanno che gli strumenti musicali hanno bisogno di cura e attenzione, la manutenzione passa anche attraverso il processo periodico di accordatura. Per esempio un chitarrista accorderà sempre la sua chitarra prima di suonarla, in modo che le corde abbiano la giusta tensione per emettere le note con l’intonazione desiderata.

L’accordatore per chitarra di base è il diapason. Si tratta di uno strumento molto semplice che quando vibra emette una frequenza di 440 hertz, corrispondente alla nota LA. Per accordare la chitarra con questo accessorio è necessaria un po’ di pratica e un buon orecchio. Il procedimento ha inizio accordando la quinta corda secondo la tonalità del diapason, poi si procede con le altre corde premendo i tasti relativi alle note.

Accordatore elettronico

Per coloro che sono alle prime armi, il metodo migliore per accordare uno strumento è acquistare un accordatore elettronico. Questo può riconoscere la nota suonata con la corda a vuoto, cioè senza premere tasti. Tutti gli accordatori elettronici sono costituiti da un display con una lancetta o un indicatore, alle estremità del display sono indicati una “b”, sulla sinistra, e un “#”, sulla destra.

Quando si suona la corda a vuoto, l’accordatore capta il suono e fa oscillare l’indicatore, lo strumento è accordato quando l’indicatore punterà al centro del display. Esistono accordatori adatti a ogni strumento e a ogni necessità. I prezzi variano da 5 € a 1.000 €, dipende dal tipo di accessorio e dalla marca, tra le più famose si possono citare Boss, Ibanez e Korg. I vari tipi di accordatori elettronici si dividono tra: accordatori per chitarra in ambienti rumorosi (o clip-on), accordatori per chitarra elettrica, accordatori sia per chitarra elettrica che acustica e accordatori a pedale.

Ognuno di questi ha caratteristiche differenti, per esempio, i primi sono adatti come accordatori per chitarre acustiche, la loro particolarità è quella di avere un microfono incorporato, necessario per cogliere la frequenza della vibrazione delle corde. Questo tipo di accordatore si posiziona sulla paletta della chitarra. Per le chitarre elettriche, invece, basterà collegare lo strumento tramite l’ingresso jack. Alcuni accordatori dispongono sia di ingresso jack che di microfono, rendendoli più versatili e precisi di altri.

Infine, ci sono gli accordatori a pedale, più diffusi soprattutto tra i musicisti più esperti e impegnati sui palchi. Possono essere attaccati alle pedaliere e lasciano le mani libere, purtroppo non sono dotati di microfono per cui non sono adatti alle chitarre acustiche.