Tecnologia ricondizionata: ecco tutto quello che c’è da sapere

  • 579

Sempre più spesso, su internet e nei negozi, sentiamo parlare di tecnologia ricondizionata. Nella giungla dei modelli in vendita è spesso difficile scegliere, soprattutto perché l’offerta si fa di anno in anno più ricca e i prezzi per un prodotto di qualità possono essere difficili da gestire.

Se quello che cercate è un prodotto tecnologicamente avanzato, magari semplice da usare e dal design ricercato, non potete pensare di “cavarvela” con pochi spiccioli: facendo un giro online scoprirete che spesso i modelli di smartphone, notebook, fotocamere, tv e console si susseguono l’un l’altro in tempi record e sostenere la spesa di un device nuovo può rappresentare una scelta di budget non indifferente.

Niente paura! Da diverso tempo è possibile prendere in considerazione alternative economiche più allettanti: potete scegliere all’interno di un vasto mercato di prodotti ricondizionati, perfino di elettrodomestici come macchine da caffè e aspirapolveri. I marchi disponibili sono moltissimi, tra i più gettonati troverete i famosi Apple, Samsung, Canon, Asus e moltissimi altri.

Facciamo un esempio pratico con la telefonia mobile: lo smartphone usato è semplicemente quello che è stato utilizzato dal precedente proprietario per un periodo di tempo tale da non giustificare di gettarlo o di ripararlo; moltissimi utenti decidono di acquistare un modello più ambito ed è davvero un peccato buttare via un oggetto ancora perfettamente funzionante e in ottime condizioni. Vediamo invece quali sono le caratteristiche del ricondizionato.

Il modello ricondizionato

Avete mai acquistato un prodotto nuovo per accorgervi quasi subito che si trattava di un modello difettoso o malfunzionante? E ovviamente lo avete portato in assistenza presso il rivenditore, per ricevere in cambio lo stesso modello.

Se vi siete mai chiesti che fine facciano i device ritirati, sappiate che non vengono certo buttati via: al contrario, vengono riparati e riavviati in modo che il reset sia completo. Sono quindi pronti per essere destinati ad un nuovo acquirente dopo svariati test e una pulizia minuziosa, così da risultare nella maggior parte dei casi dei modelli nuovi di zecca: vedete bene che la tecnologia ricondizionata è lontana dall’essere “usata”.

Il vostro laptop ricondizionato potrebbe avere una batteria nuova fiammante, così come il vostro smartphone potrebbe avere una scocca appena uscita dalla fabbrica.

Perché i prodotti tech vengono ricondizionati?

Ci possono essere motivazioni diverse per cui un oggetto viene rispedito al produttore: a volte l’acquirente ha notato che la confezione è rovinata, oppure c’è un difetto di fabbricazione – che viene facilmente risolto e testato – o ancora, non è raro che abbia rispedito il pacco al mittente senza nemmeno aprirlo. In questo caso il compratore ha semplicemente cambiato idea o ha ricevuto un prodotto uguale per il suo compleanno...

È molto facile contraddistinguere il ricondizionato dall’usato, perché nel secondo caso le condizioni dell’articolo dipendono esclusivamente dal tipo di uso che ne ha fatto il precedente proprietario.

Qualche consiglio prima dell’acquisto

Ci sono alcuni accorgimenti da prendere per comprare in sicurezza:

  • Non dimenticate di controllare la garanzia del venditore, che può essere un utente privato oppure un negozio che si occupa di rivendita di telefoni usati: guardate la provenienza.

  • Accertatevi che le immagini che vedete nell’annuncio siano effettivamente relative all’articolo che state comprando, nel caso chiedete una conferma.

  • Contattate il venditore per chiedere quali interventi di ricondizionamento sono stati fatti e quali eventuali difetti potreste trovare.