Vivavoce da auto:  il piccolo oggetto tech che aiuta la tua sicurezza

La regola più importante della moderna sicurezza stradale è molto semplice: non parlare mai al telefono durante la guida tenendolo tra le mani. Oltre a mettere in pericolo la propria e l’altrui incolumità si viola il codice della strada, rischiando di incappare in multe salate e nella decurtazione dei punti sulla patente.Portare il cellulare alla bocca, o alla mano, purtroppo è un riflesso condizionato dei nostri giorni, perciò la tecnologia, come spesso accade, viene in soccorso agli automobilisti.Grazie agli appositi kit vivavoce da auto, infatti, è possibile utilizzare smartphone e palmari in tutta sicurezza e senza distrazioni.Se ne trovano per tutti i gusti e per tutte le tasche e sono davvero tanti i modelli e le tipologie tra cui scegliere, da quelli appositamente strutturati per essere compatibili con la marca dello smartphone che si utilizza, a quelli universali. La forbice indicativa di prezzo va dai 9/10 €  fino ai 180/200 €. Tra gli automobilisti o gli appassionati degli accessori per auto una delle marche più recensite e apprezzate è Jabra.

Kit vivavoce per smartphone e palmari: le dritte per sceglierlo

Scegliere ed installare un kit vivavoce da auto tutto sommato non è un’impresa impossibile e regala sicurezza e comodità per utilizzare i dispositivi mentre si guida in tutta sicurezza e tranquillità, senza cavi e fili all’interno dell’abitacolo. Dopo aver verificato la disponibilità e l’accesso del proprio palmare o telefonino alla connettività bluetooth, il primo criterio di scelta è appunto la preferenza verso un kit universale, compatibile cioè con le maggiori marche di smartphone sul mercato, o verso un kit cosiddetto proprietario, come quelli prodotti per esempio dalla Samsung o dalla HTC.Tra le marche di kit universali più acquistate, oltre alla succitata Jabra, vi sono anche Parrot e Sony.Un’altra cosa a cui prestare attenzione, quando si sceglie e si acquista un vivavoce da auto, è il supporto sul quale andrete a installarlo: alcuni possono venire collocati nella presa dell'accendisigari nel caso in cui la vettura sia dotata di ingresso aux in, mentre altri possono essere installati anche in posti poco visibili se l’automobile presenta prese ausiliarie. L’ideale è comunque un kit che abbia presa ed ingresso jack. Altri due criteri importanti nella scelta di un kit a scapito di altri sono l’autonomia della batteria del dispositivo e la qualità del suono. A volte, infatti, soprattutto nei kit di fascia bassa, la riproduzione della voce viene disturbata da una eco che rende difficoltosa la telefonata. Se dovete effettuare lunghe telefonate al volante, conviene dunque orientarsi verso un modello che garantisca un’ottima qualità audio.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda