Violoncelli

Tra tutti gli strumenti musicali ad arco, il violoncello può essere considerato l’emblema, grazie alla sua armonia e alla sua eleganza ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella storia della musica.

Si tratta di uno strumento a corda che ha avuto, nel tempo, varie forme. In Italia conobbe un grande successo a partire dal XVII secolo ed è tuttora suonato da moltissimi compositori famosi in tutto il mondo, non potendo mancare in un’orchestra. I primi costruttori furono proprio italiani, inizialmente gli davano una forma più ampia, andando avanti negli anni, è diventato più piccolo.

Attualmente i violoncelli vengono fabbricati a livello industriale, ma fortunatamente ci sono ancora artigiani che li producono a mano con passione, scegliendo i legni più pregiati, proprio come Stradivari e Amati e altri maestri costruttori.

Come per viole e violini, sicuramente i modelli fatti a mano sono da preferire, poiché hanno rifiniture più precise e permettono di ottenere prestazioni migliori e una qualità del suono impeccabile.

Come scegliere tra tanti tipi di violoncelli?

Scegliere lo strumento giusto può sembrare difficile soprattutto per i principianti, ma basta tenere in considerazione diversi punti per orientarsi al meglio prima dell’acquisto. Un buon violoncello si riconosce solo con l’udito e non soltanto con la vista.

Si deve ascoltare e valutare la qualità tonale, il suono deve essere unito e compatto.

Naturalmente, trattandosi di un oggetto fatto quasi completamente in legno, maggiore sarà la qualità, migliore sarà il risultato.

Appurato ciò, un altro punto importante è che non bisogna farsi ingannare dall’estetica. Un violoncello dalle forme belle ed eleganti, non sarà necessariamente valido e di buona qualità. Non bisogna dare troppa importanza al design, ma piuttosto prediligere un suono armonioso.

Un modello usato potrebbe essere migliore di uno nuovo, questo perché il legno, col passare del tempo, si ammorbidisce. Basta controllare bene le condizioni e lo stato di usura evitando oggetti troppo rovinati.

Che prezzi hanno i violoncelli?

I prezzi cambiano molto in base alla qualità dei materiali utilizzati e alla manifattura, ma anche in base alla taglia, cioè alla grandezza del modello.

Un violoncello di taglia 4/4 per principianti, completo di borsa per trasportarlo, costa circa 150 €.

Si arriva a cifre intorno a 10.000 € se si prendono in considerazione strumenti molto antichi, usati, ma ancora in ottime condizioni.

Se si valuta l’acquisto di un pezzo d’epoca, sarebbe opportuno accertarsi che sia corredato di un certificato che ne attesti il reale valore.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda