Regalar(si) un 45 giri
Ci sono nomi di cantanti e musicisti che sono, è il caso di dirlo forte e chiaro in questo caso, “incisi” nei ricordi di tutti. Poi ci sono invece titoli che a malapena si ricordano, ma che hanno il potere di catapultare all’istante nel passato. Perdersi  in un negozio, anche virtuale, di vecchi dischi in vinile 45 o 33 giri, è un passatempo pieno di soddisfazioni, con emozioni talvolta difficile da spiegare a parole.Si sa che un vinile può essere uno dei migliori regali, anche per se stessi. A consolare le nostre tasche, a parte i rari o addirittura rarissimi esemplari, i prezzi dei vinili non sono poi così proibitivi. Prendiamo infatti l’esempio dei 45 giri, per cui i costi si aggirano intorno a una media che va dai 15 € ai  40 €. Non è però escluso di portarsi a casa uno di questi piccoli dischi anche a meno di 2 € oppure di doverne sborsare 500. A buon intenditor...

Il prezioso privilegio di un pezzo unico
Nel caso del 45 giri l’idea di pezzo unico ha un carattere duplice: per prima cosa, essendo di dimensioni ridotte rispetto al classico vinile 78 giri o il 33 giri (solo 7 pollici di diametro) il dischetto da 45 giri racchiude solo uno o due singoli, quindi un pezzo unico in questo senso. Infatti fu fin da subito pensato proprio per riprodurre soli cinque minuti di musica da un lato e cinque minuti dall’altro.Un’altra maniera di intendere il 45 giri come pezzo unico è il fatto che, benché fosse molto popolare tempo fa, ora è ormai caduto in disuso e si possono trovare degli esemplari interessanti perché posseduti da pochi. L’idea di ascoltare su un 45 giri un pezzo musicale, anche quasi sconosciuto, riporta immediatamente all’autenticità di un’esperienza che solo la riproduzione analogica può dare.

Il giradischi per i vinili 45
È davvero un peccato possedere una serie di dischi in vinile a 45 giri, ma non poterli ascoltare. Quindi risulta necessario in questo caso assicurarsi di avere con sé un giradischi.Come non ricordare poi quei lettori giradischi portatili fatti apposta per questi dischi in vinile dalle dimensioni ridotte, come il mitico mangiadischi Penny? Vale la pena recuperare un giradischi usato, assicurandosi con attenzione circa il suo funzionamento.Il piacere di riascoltare un disco inciso su vinile non può competere con i mezzi elettronici o digitali. Si tratta di un’esperienza diversa e, in quanto tale, speciale e insostituibile. Con i 45 giri, questa stessa esperienza, pur essendo breve, possiede tutta l’intensità che un qualsiasi altro supporto, come per esempio il compact disc, non può restituire alla stessa maniera.