Videoregistratori DVR e schede per la videosorveglianza

Sempre più persone sentono l’esigenza di proteggere le proprie case e scelgono di installare dei sistemi di sicurezza, ormai quasi tutti posseggono un antifurto che spesso viene corredato da telecamere: i sistemi di videosorveglianza non sono più utilizzati solo nelle banche o nei luoghi pubblici ma si sono diffusi moltissimo anche nelle case private. La tecnologia di internet ha cambiato il meccanismo della videosorveglianza rendendolo molto più funzionale e alla portata di chiunque.

Le telecamere vengono collegate a un registratore DVR (digital video recorder) o a una scheda di acquisizione immagini che, a sua volta, viene collegata a un router che invia i dati in rete. Questi dati verranno infine ricevuti dal dispositivo di arrivo scelto, sia esso un PC, un tablet o uno smartphone.

Funzioni

DVR e schede sono i veri cervelli dei sistemi di videosorveglianza. Oltre a registrare le immagini, possono avere differenti funzioni per soddisfare le varie esigenze. Fondamentale è la funzione motion, ossia il rilevatore di movimento, che fa avviare la registrazione solo quando si avverte qualcosa muoversi di fronte alla telecamera. In questo modo si evitano ore e ore di registrazione inutile, con il vantaggio di trovare più rapidamente i fotogrammi interessanti, qualora ce ne fosse la necessità, e di occupare meno spazio nell’hard disk. Questa funzione non limita la trasmissione delle immagini riprese in diretta, che, anche se non vengono registrate, sono comunque inviate tramite router.

In alcuni casi si può impostare un timer che attiva la registrazione solo ad orari prestabiliti. I modelli più avanzati hanno un sistema di avviso tramite sms o chiamata al numero di cellulare precedentemente inserito nel caso in cui le telecamere rilevino qualcosa di anomalo.

Come scegliere?

Per scegliere il DVR che incontra le proprie necessità bisognerà tenere in considerazione le caratteristiche fondamentali di ciascun modello.

Innanzitutto bisogna controllare la risoluzione di registrazione, che deve essere adeguata a quella delle telecamere installate, affinché l’immagine rilevata possa essere vista nitidamente. Un’altra caratteristica importante da considerare è la capacità dell’hard disk, che deve essere adeguata all’uso che si intende farne. In caso la memoria interna risulti insufficiente, si può acquistare un hard disk esterno da collegare tramite porta USB.

Si dovrà, inoltre, verificare la presenza della porta HDMI per il monitor, della porta Ethernet per il collegamento al router e infine il numero di uscite disponibili per le telecamere.

Non bisogna di dimenticare di accertarsi che il DVR sia compatibile con il dispositivo sul quale vogliamo controllare le registrazioni. I prezzi, a seconda delle caratteristiche, vanno da 40 € a oltre 1.000 €. Si possono anche acquistare DVR o schede usate a prezzi inferiori, ma è sempre bene assicurarsi che siano funzionanti.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda