Come scegliere un videoproiettore

Quando ci si immagina un soggiorno lussuoso, viene in mente un ambiente estremamente attrezzato con tanti dispositivi elettronici progettati per l’intrattenimento come lettori DVD, moderni registratori e sistema completi di home cinema. È qui che entra in gioco il videoproiettore, come elemento che rende una semplice serata film un evento vissuto alla grande. Quello che appare un privilegio per pochi è in realtà ormai più che accessibile. È certamente necessario saper scegliere il modello adatto alle nostre esigenze. Prima di tutto, sul mercato esistono tre tipologie di videoproiettori: LCD, con tecnologia a cristalli liquidi; DLP, che funziona grazie alla riflessione della luce; e CRT, sistema analogo ai televisori a tubo catodico. Tra gli aspetti da valutare il primo in assoluto è la luminosità del videoproiettore. È necessario mettere in campo una serie di considerazioni per capire la luminosità adeguata. Ad esempio, una stanza buia richiede un proiettore maggiormente luminoso. Tuttavia eccedere in questo parametro può far perdere in contrasto, compromettendo la qualità dell’immagine.  
Ovviamente, la risoluzione ha un forte impatto sul valore complessivo del videoproiettore. Un proiettore Full HD (1080p) va certamente preferito quando si tratta di film per evitare una visione di scarsa qualità. Altro punto da tenere a mente è l’aspect ratio, ovvero il rapporto fra larghezza e altezza dell’immagine. Ogni videoproiettore ha la sua aspect ratio, solitamente 4:3 o 16:9. La seconda è la più indicata per l’home cinema. La posizione del videoproiettore non è di poco conto, dal momento che la distanza di questo dallo schermo incide sulla visione nel suo insieme. Questo significa che, a differenza di uno schermo TV, l’individuazione della sistemazione ideale nella stanza deve precedere l’acquisto del videoproiettore.

Le migliori marche di videoproiettore

Un videoproiettore può mettere in seria difficoltà l’acquirente. Alcuni modelli possono arrivare a costare oltre 1.000 €, scoraggiando molti dal soddisfare lo sfizio di un impianto home cinema. Esistono tuttavia diverse fasce di prezzo e questo piccolo piacere può essere una realtà per tutti.Partendo dal range base, i videoproiettori di marca Wimius,  Mpow e GooBang Doo possono essere davvero economici, non superando a volte i 100 €. Il rapporto qualità-prezzo di molti modelli permette a chi desidera un prodotto standard un ottimo compromesso.Nella fascia media, da 100 a 500 €, rientrano i prodotti dei brand BenQ, LESHP e Mileagea, solo per citarne alcuni. Da segnare nella propria lista se i risultati desiderati dal videoproiettore debbano essere di livello medio-alto, in particolare per la risoluzione.  Nella zona top si trovano i prodotti stellati dei big come Epson, Philips, Panasonic. Da considerare solo se davvero si presenta la necessità di una qualità superiore  (e il budget lo consente!).