Effetto abbronzatura

L’utilizzo di prodotti per il make up del viso non è pratica recente. Già nell’antico Egitto, sia donne che uomini usavano creme, unguenti e misture varie per colorare la pelle del volto insieme a ombretti e rossetti non così rudimentali come si potrebbe pensare. Per dare risalto ai lineamenti del volto e all’incarnato, esistono una serie di prodotti da utilizzare in sinergia per un effetto da truccatore professionista. Parliamo di correttori, fondotinta e primer, ideali per realizzare una base omogenea su cui dipingere come una tela, abbinati a blush e terre per donare un colorito sano e abbronzato.

Terra abbronzante

Quando si parla di terra spesso si hanno le idee confuse sul suo utilizzo e sulla differenza che intercorre tra questo prodotto e altri come cipria e fard. Che differenza c’è tra blush e terra? Sebbene alcune li usino indistintamente, per ottenere un risultato ottimale è bene comprenderne il diverso scopo. Il blush, dall’inglese “arrossire”, serve a donare colorito alle gote riproducendone il naturale rossore. Le tonalità vanno dal rosa al rosso, per adattarsi ai vari incarnati. La terra, abbreviazione per terra abbronzante, serve, invece, a replicare l’effetto della pelle abbronzata, con tonalità di bronzo, oro e marrone. Altra cosa da sottolineare è che, mentre il blush può essere utilizzato anche da solo, la terra va usata dopo aver applicato un velo di cipria e insieme al blush per ottenere un effetto naturale ed evitare un appiattimento del viso.

Le terre abbronzanti sono prodotte in diverse formulazioni per adattarsi alle esigenze di tutte e a ogni tipo di pelle: i prodotti in polvere o compatti sono indicati per pelli miste o grasse, mentre le pelli secche potranno optare per formulazioni liquide o in crema. L’effetto mat va bene per pelli di tutti i tipi e di tutte le età, mentre pelli mature o con imperfezione dovrebbero evitare l’effetto glitter.

Come scegliere la terra abbronzante

Per ottenere un effetto di tintarella naturale, è bene scegliere una terra che sia adatta al nostro incarnato e che si avvicini quanto più possibile al colore che la nostra pelle assume dopo una giornata di sole, evitando colorazioni troppo intense a meno che la nostra pelle non sia già scura di suo. Una volta scelta la formulazione più adatta, si potranno valutare una serie di fattori aggiuntivi, come l’utilizzo di ingredienti naturali o l’assenza di conservanti e ancora l’effetto protezione solare o la lunga tenuta.

I brand del settore mettono sul mercato prodotti sempre nuovi: la terra illuminante PUPA Savanna Bronze & Highlighter costa circa 15 €, mentre la Desert Bronzing Powder supera i 17 €; L’Oréal propone Glam Bronze a 8 €, prezzo di partenza per le terre Max Factor.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda