Telecamera per auto: tra uso ludico e uso intelligente

La dash cam, ovvero la telecamera per auto, si sta diffondendo rapidamente sia tra coloro che amano riprendersi mentre sono alla guida, invece di utilizzare una videocamera o un action cam, sia tra coloro che vogliono essere sicuri di avere una prova video in caso di incidente. La videocamera per auto può essere montata sia sul cruscotto che sul vetro dell’automobile, guardando verso l’interno della vettura o verso l’esterno per riprendere la strada.
Esistono diversi modelli e tipologie di telecamere per auto, che si differenziano per le loro caratteristiche e le loro funzionalità: i modelli base si limitano all’inquadratura singola e non consentono di scattare foto, mentre i modelli più avanzati prevedono inquadrature multiple e anche la possibilità di fotografare. Molte le marche a disposizione: Garmin, Cowon, Dod e tante altre ancora.

Come funziona una telecamera per auto e cosa bisogna sapere
La telecamera per auto funziona esattamente come qualsiasi altra telecamera: invece di essere tenuta in mano, la si attacca al vetro o al cruscotto tramite una ventosa o appositi ganci, la si collega alla presa dell’accendisigari o alla presa USB tramite un adattatore dell’automobile e, una volta accesa la macchina, potrà iniziare a registrare da sola o dovrà essere avviata manualmente, in base al modello. Le immagini vengono archiviate su una scheda di memoria che può essere poi estratta per spostare le immagini sul proprio computer; se le immagini non verranno trasferite dalla scheda di memoria a un computer, verranno sovrascritte nel momento in cui la memoria sarà insufficiente.
Nei modelli più avanzati sono presenti geolocalizzazione, data e ora di registrazione e, in alcuni casi, anche controllo della videocamera per auto con cellulare.
I prezzi delle telecamere per auto partono da 15 € e arrivano fino a ben 1.200 € per quelle professionali, nuove e usate.Se si vuole evitare la spesa per un accessorio da utilizzare solo in macchina, è possibile acquistare una GoPro o similari, con ventosa per fissarla al vetro e accenderla ogni volta che si è in macchina, che consente di riprendere cosa accade dentro l’abitacolo o fuori: in questo modo, si avrà la possibilità di usare lo stesso strumento per diverse funzioni.In tutti i casi, è necessario ricordare che la legge sulla privacy stabilisce dei limiti di utilizzo di telecamere e apparecchiature audio-video nel caso in cui ci siano altre persone coinvolte. Tutto può essere registrato a patto che, se l’apparecchio registra anche l’audio, gli interessati ne vengano informati.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda