Tavoli da pranzo: il comfort che riunisce

Il mercato propone una vasta scelta di tavoli da usare per i pranzi occasionali e per quelli speciali. I tavoli da pranzo neri sono molto versatili, perché possono essere introdotti negli ambienti moderni e anche in quelli più retrò. Com’è possibile immaginare, il prezzo è condizionato da diversi parametri, come le dimensioni, i materiali e la struttura (da 27 € per un tavolino pieghevole a oltre 2.000 € per i grandi tavoli di design). Se non si riesce a trovare un buon compromesso tra ciò che si cerca e i prezzi proposti, si può provare a dare un’occhiata agli articoli usati.

Le dimensioni dei tavoli da pranzo

Nella scelta di un tavolo, l’estetica è importante, ma la praticità d’uso ha la priorità su tutti gli altri aspetti.

La prima cosa da chiedersi è quante persone useranno quotidianamente il tavolo. Un tavolo da pranzo per quattro persone, generalmente, ha una lunghezza di 110 cm; quelli più lunghi arrivano anche a 240 cm e possono ospitare fino a dieci-dodici persone. Chi ha spesso ospiti in casa può scegliere anche i tavoli allungabili, che sono un’ottima soluzione salvaspazio. Se si possiedono già le sedie, poiché a volte gli articoli per l’arredamento della casa vengono acquistati anche in base alle singole occasioni, si dovrà verificare che l’altezza sia adeguata a quella del tavolo.

L’ambiente è importante

Un tavolo che viene utilizzato occasionalmente, magari solo quando ci sono ospiti a casa, può avere un ripiano delicato, ad esempio in vetro, elegante e bello ma, allo stesso tempo, poco pratico. Questa soluzione non sarebbe invece adatta per la cucina, ambiente in cui la praticità deve avere la priorità. In questo caso, è meglio preferire un tavolo da pranzo nero realizzato in materiali massicci, capaci di sopportare eventuali cadute di olio, succo di limone e aceto; ma anche eventuali segni di coltello, soprattutto per chi usa questo oggetto da arredamento anche come piano di lavoro. I materiali consigliati, in questo caso, sono il legno impiallacciato, il legno massello e il marmo. Chi ha una piccola cucina e vive solo, inoltre, può anche pensare di acquistare un tavolo a ribalta o dei tavoli consolle.

Abbinare il tavolo da pranzo all’arredamento di casa

Un tavolo da pranzo da posizionare in una cucina open space dovrà essere scelto accuratamente, perché diventa un oggetto ben visibile al centro della stanza, nonché una superficie su cui svolgere diversi lavori.

In una sala da pranzo, invece, dovrà sposarsi bene con il resto dell’arredamento, come divani e poltrone. Oggi, la tendenza è quella di mischiare gli stili e giocare con i contrasti, il che rende la scelta di tavoli e sedie decisamente più semplice e divertente.