Sponsorizzato
-

Tutte le migliori offerte

Fino al 60% di sconto

SCOPRI DI PIÙ
-

Una sedia in sintonia con l’ambiente

Stile, design, materiale, colore, tutto contribuisce a rendere qualsiasi elemento di arredo un qualcosa di speciale, più di un semplice oggetto. Se bisogna acquistare un mobile o un tavolo nuovo, tanto vale farlo per compiacere i propri gusti.

Il mercato dell’arredamento di oggi, grazie alla produzione di massa, non costringe a spendere cifre esorbitanti per qualcosa che piaccia. La qualità è sicuramente proporzionata al prezzo, ma a meno che non si desideri la sedia vincitrice del premio mondiale di design, allora si può trovare la giusta soluzione per tutti i budget.

La sedia deve essere confortevole, poiché la migliore postura si può assumere là dove la seduta è comoda e quanto più ergonomica possibile.

È vero che ogni ambiente richiede un certo tipo di sedia: è difficile combinare un soggiorno moderno con una sedia impilabile da giardino in plastica o quantomeno sarà poco piacevole guardare film e chiacchierare per ore su una sedia in legno da spiaggia.

Cucina e salotto

Al di là dello stile, la principale differenza tra una sedia da pranzo e una da soggiorno risiede nell’altezza e nella presenza dei braccioli. Quelle da cucine non dovrebbero essere più alte di 45-50 centimetri, per permettere movimenti liberi ed essere in linea con il tavolo, così come dovrebbero essere sprovviste di braccioli. Sedie in legno massello o alluminio non superano spesso i 15 €. In soggiorno c’è più libertà: se in cucina la plastica rende più semplice la pulizia, in salotto si rischia meno di sporcare le sedie, quindi il legno bianco si armonizzerà alla perfezione con un salotto moderno o classico, dove è presente anche il metallo cromato per un gioco di contrasti.

Sedia DSW

Conosciuta anche con il nome di sedia Eames, questo modello gode di un look senza tempo e venne progettata da uno dei più grandi designer della storia moderna: Charles Eames. La DSW nacque nel 1948 e venne prodotta in serie, così come lo è ancora oggi. Si distingue per una seduta in propilene bianco, sinuosamente miscelato alle gambe in legno, il cui prezzo supera i 300 €. Una replica di buona fattura e molto simile all’originale non oltrepassa i 40 €.

In studio e ufficio

Una sedia da ufficio reclinabile, con ruote, ergonomica e bianca è un passepartout per qualsiasi professionista e stile di arredamento. Tomasucci e Calligaris sono due nomi del design italiano che hanno realizzato rispettivamente Emma, sedia bianca senza ruote, e Connubia, sedia girevole dal look curioso ma non invadente. I prezzi per entrambi i modelli si attestano intorno ai 150 €.