Schede madri DDR3 SDRAM per prodotti informatici Intel

La scheda madre è la componente più importante di qualsiasi computer. Questa parte ha il compito di far lavorare e alimentare le altre componenti presenti nel pc, come la memoria RAM, la scheda video, il processore, il disco fisso e il masterizzatore.

Il prezzo delle schede madri compatibili con SDRAM DDR3 di Intel variano in base alle prestazioni di questo componente o in relazione al numero e al tipo di hardware che si utilizzeranno, come il processore o la memoria RAM, la grandezza del disco rigido o il tipo di scheda video (da 45 € a oltre 400 €). La forbice dei prezzi può essere quindi molto ampia. Del resto, proviamo a confrontare un pc che viene usato tra le mura domestiche per navigare in internet con una macchina che ha bisogno di assicurare buone o alte prestazioni. Tuttavia, questi prodotti possono pur sempre essere acquistati anche usati o ricondizionati dal produttore.

Come scegliere una scheda madre

La scheda madre, o motherboard, è il cuore del pc. Durante la scelta è importante sapere se è compatibile con la CPU che intendiamo comprare, anche se questo non è l’unico fattore determinante.

Un altro aspetto da considerare è quello di fare in modo che tutti i componenti siano in grado di interagire bene tra di loro, assicurando così le massime prestazioni. È quindi importante valutare la dimensione della scheda madre, l’interfaccia del processore e il chipset.

Esistono diversi formati di schede madri per prodotti informatici: ATX, microATX (M-ATX), e Mini ITX (dette anche M-ITX).

La prima è adatta agli uffici e al gioco, mentre l’ultima è pensata per chi vuole dotarsi di un computer particolarmente compatto, “mini” appunto. Il formato va scelto, quindi, in base alle esigenze personali, ma senza tralasciare le dimensioni del case e della scheda video.

Socket e chipset

Il socket è il vano in cui va inserita la CPU e assicura il collegamento con la scheda madre. Questi alloggi variano in base alla posizione e al numero dei contatti del processore. Quando si acquista il socket di una determinata marca, ad esempio Intel, bisogna tenere presente che anche il processore da acquistare dovrà avere lo stesso socket, altrimenti sarà impossibile montare la CPU sulla scheda madre.

Il chipset, invece, ha il compito di gestire le informazioni che circolano tra il processore, la memoria RAM, il disco fisso e il resto del sistema. Paradossalmente, tra i vari componenti e parti per prodotti informatici, il chipset potrebbe essere quello decisivo per determinare il costo finale della scheda madre.

Queste parti si differenziano in base alle funzioni e al numero di porte PCI e USB supportate.