Scarponi da sci: tecnologia e design al servizio degli sciatori

Quando si pensa agli accessori necessari per lo sci, vengono in mente per prima cosa gli sci stessi e, magari in seguito, anche altri accessori come occhiali e guanti. Tuttavia, gli scarponi hanno un’importanza pari, se non maggiore, a quella degli sci in termini di stabilità, comfort e sicurezza dello sciatore.

Infatti, essi trasferiscono sugli sci tutti i movimenti degli arti inferiori dello sciatore, permettendogli così di farsi strada sulla pista mediante i movimenti del proprio corpo.

Solitamente, gli scarponi vengono venduti dai produttori che si occupano di articoli per sport invernali e, tra le marche principali, ci sono ad esempio Dynafit, Volki e Nordica.

Generalmente, i prezzi vanno da circa 20 € per degli scarponi Sci Lange modello Banshee fino ad oltre 1.700 € per i modelli professionali. Inoltre, per chi decide di risparmiare sull’acquisto, sono presenti diversi articoli usati a prezzi molto convenienti.

Gli scarponi: alla base dell’abbigliamento tecnico da sci

Gli scarponi sono alla base dell’abbigliamento tecnico da sci poiché, come già anticipato, permettono allo sciatore di muoversi agilmente sugli sci. Inoltre, la scelta degli scarponi influenza notevolmente anche quella di altri accessori da sci, come ad esempio attacchi e piastre. Gli attacchi sono dei dispositivi meccanici che permettono di agganciare lo scarpone agli sci e le loro caratteristiche variano in base al tipo di scarpone utilizzato e alla disciplina sportiva che si vuole praticare. Le piastre, invece, sono uno strumento necessario ad ammortizzare gli urti, ridistribuendo la pressione che il corpo scarica sugli sci tramite gli scarponi. Vengono posizionate tra lo scarpone e lo sci e sono fondamentali per evitare fastidiose ripercussioni sul fisico dello sportivo.

Tipologie di scarponi

I rivenditori di articoli per lo sci propongono moltissimi modelli diversi di scarponi e non esiste un modello specifico che si possa definire il migliore in assoluto. Infatti, occorrerà orientarsi su quello che più si addice alla fisicità di chi lo indossa e anche alla sua preparazione tecnica. Generalmente, gli scarponi si suddividono in tre categorie: race, allround e freeski, in base al loro livello di flex, ovvero di rigidità. I più rigidi sono i race, con un livello di flex pari a 130, e sono indicati per un uso professionale e agonistico. I freeski sono quelli più morbidi e vengono utilizzati dai dilettanti, mentre gli allround sono una via di mezzo che viene indossata da chi ha già una discreta preparazione tecnica.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda