Saldatrice elettrica - l’utensile giusto per il fai da te

La saldatrice è uno strumento adoperato per “saldare” due o più materiali diversi, separati originariamente. Oggi quasi tutti le saldatrici disponibili in commercio sono “inverter”. Le saldatrici Inverter adoperano un meccanismo elettronico che rende lo strumento più compatto e leggero. Le saldatrici elettriche permettono una facile collocazione, nel garage ad esempio, e una facile trasportabilità dell’utensile rispetto alle saldatrici tradizionali che avevano un grosso trasformatore.
In vendita ci sono diversi modelli di saldatrici di varie marche, tra le più note ci sono la Lincoln Electric e la Sealey. I vari modelli di saldatrice si differenziano dal tipo di saldatura che offrono e dalla potenza dello strumento. Queste diverse caratteristiche ne determinano il prezzo (da 63 € a più di 5.000 €).

Quali sono i tipi di saldatrice elettrica disponibili in commercio e quali scegliere?
In vendita sono disponibili diverse saldatrici elettriche e per scegliere quella adatta ad ogni esigenza bisogna considerarne il funzionamento. Le saldatrici più diffuse, grazie alla loro versatilità e prezzo contenuto, sono quelle che adoperano un tipo di saldatura MMA (manual metal arc). Questo tipo di saldatrici non prevede l’uso di gas di protezione, bisogna però sostituire l’elettrodo manualmente.
Ci sono saldatrici con saldatura a Tig (tungsten inert gas). Questo tipo di saldatura prevede una barra di metallo di tungsteno che funge da elettrodo inducendo il metallo alla fusione.
Un utensile di questo tipo permette di ottenere saldature molte precise. Sono disponibili poi, le saldatrici a filo Mig (metallic inert gas) e Mag (metallic active gas). Questo tipo di saldatrice definita “a filo continuo” include una bobina di filo con due funzioni. Il filo funge da elettrodo e da materiale di apporto. Questo funzionamento permette una maggiore facilità di lavoro limitando le interruzioni.
La differenza tra saldatrici di tipo Mig e Mag è dovuta esclusivamente al gas adoperato. Nel procedimento Mig il gas è inerte, mentre in quello Mag il gas è attivo e reagisce al metallo fuso.
Le saldatrici elettriche hanno potenza diversa, più alta è la potenza dello strumento migliore sarà la saldatrice.
Per scegliere l’utensile giusto è fondamentale considerare la finalità d’uso dello strumento. Se si ha necessità di acquistare una saldatrice elettrica per effettuare lavori sporadici, un modello Tig potrebbe andar bene. Nel caso in cui invece si preveda di adoperare l’attrezzo frequentemente, si dovrebbe preferire una saldatrice semi professionale.
Infine, da non trascurare il mondo dell’usato: spesso è possibile concludere ottimi affari!