Ricetrasmittenti e walkie talkie per professionisti e amatori

Le ricetrasmittenti sono dei dispositivi elettronici che, grazie alle onde radio, consentono a due o più soggetti di comunicare tra di loro da un certa distanza; molto utilizzate in passato, oggi potrebbero sembrare soppiantate dagli smartphone, ma restano un ottimo strumento di lavoro quando i cellulari non ricevono segnale o in situazioni estreme. Le ricetrasmittenti più comuni sono anche chiamate walkie talkie e trovano largo utilizzo sia a livello amatoriale che professionale. A livello amatoriale sono spesso considerate dei giochi per bambini, mentre le ricetrasmittenti professionali sono utilizzate, per esempio, in campo navale e aereo, ma anche nel campo del soccorso per garantire una comunicazione veloce ed efficace. I prezzi delle ricetrasmittenti sono di diverso tipo: si va infatti da 40 € a ben oltre 800 € per un paio di ricetrasmittenti in relazione alla loro condizione, ovvero se sono nuove, usate o ricondizionate

Le caratteristiche delle ricetrasmittenti professionali

Se i walkie talkie per bambini sono ricetrasmittenti amatoriali e servono solo per giocare, le ricetrasmittenti professionali hanno ben altri usi e per questo motivo nell’acquisto si devono considerare i seguenti elementi, che ne definiscono lo standard di qualità.La portata è l’elemento primario e definisce la distanza massima a cui la ricetrasmittente potrà comunicare con la sua controparte: oggi in commercio si trovano ricetrasmittenti professionali che arrivano ben oltre i 20 km e non richiedono un investimento economico eccessivo.La frequenza e i canali sono invece da valutare per capire come lavorano durante l’utilizzo, ovvero se utilizzano canali singoli o canali multipli: nel primo caso il segnale sarà più debole, nel secondo più chiaro e limpido. Oltre alle dimensioni, è necessario valutare anche che tipo di batterie vengono utilizzate: i modelli professionali di ricetrasmittenti utilizzano batterie al litio, che durano di più delle classiche e sono adatte per un uso intensivo.Nell’acquisto di una ricetrasmittente professionale, andrebbe valutata anche la disponibilità di accessori aggiuntivi: auricolari, caricabatterie da trasporto, alimentatori e tutto ciò che potrebbe essere necessario per un uso professionale di questi strumenti. Alcuni modelli di ricetrasmittenti professionali sono oggi dotati di collegamento Bluetooth che può comunque essere integrato, nei modelli più avanzati, proprio grazie ad adattatori da acquistare a parte.Non esiste un modello di ricetrasmittente migliore di un altro e la scelta dipende dall’utilizzo che se ne deve fare, tenendo sempre a mente che, per poter utilizzare queste apparecchiature in maniera professionale, potrebbe essere necessario rivolgersi al Ministero delle Comunicazioni.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda