Un suono senza difetti

La moda vintage ha coinvolto molti appassionati di musica, che preferiscono acquistare e collezionare dischi in vinile anziché usare supporti musicali tecnologicamente avanzati. La ragione del ritorno al vinile risiede principalmente nel fatto che la qualità del suono di un giradischi è migliore rispetto a quella emessa da un altro dispositivo. Infatti, a differenza dei dvd o degli mp3, il segnale musicale non viene campionato e non si verifica nessuna perdita di dati delle tracce sonore; ne risulta un suono senza difetti. Questo è però possibile se la puntina del giradischi è in buono stato, mentre occorre cambiarla al primo segnale di malfunzionamento. I ricambi delle puntine per piatti e giradischi per home audio Sony, garantiscono quindi un suono ottimale. Oltre alla Sony, ci sono altre marche di ricambi come Audio Tech e Stanton. I prezzi variano da 15 € a più di 150 € circa. Anche nel mercato dell’usato si può trovare qualche offerta.

Tipi di puntina

I ricambi per piatti o giradischi per home audio sono molti, alcuni dei quali di raro utilizzo come la cinghia o il piatto; invece le puntine sono tra quelli maggiormente usati. In commercio, ne esistono molte varianti, sebbene le più diffuse siano principalmente di due tipi. Quella con la punta ellittica è la più indicata per l’home audio: infatti, la sua forma consente di coprire tutto il solco del disco, permettendo una lettura fedele dei dati musicali, cosa che si traduce in una sonorità ottimale. Questo tipo di puntina, però, risente molto degli allineamenti e del tracking errato; di conseguenza, non è molto adatta per le attività da dj o per quelle professionali.

Al contrario, la puntina a punta sferica è molto indicata per i bracci da dj e per lo scratching. Ha una buona tenuta sul solco, che non copre totalmente, permettendo di ridurre notevolmente gli effetti dovuti a errori di allineamento e di tracking.

Tenere la puntina pulita

Quando vogliamo svagarci, spesso ricorriamo a tutta una serie di accessori TV, audio e video. È così che a volte, mentre ascoltiamo un disco in vinile, iniziamo a sentire fruscii o un salto del solco, o ancora una distorsione del suono, il che significa che la puntina è consumata o è sporca. Nel primo caso, occorrerà sostituirla con un ricambio della marca consigliata dal produttore, o di altre marche compatibili. Mentre nel secondo è sufficiente un’adeguata pulizia, che non richiede molto impegno e non va fatta regolarmente, ma in base allo stato della puntina. Va usata un’apposita spazzola, con l’accorgimento di eseguire il movimento iniziando dalla parte posteriore verso la parte anteriore della puntina. In alternativa, si possono usare appositi prodotti liquidi o di consistenza gommosa.