Ricambi per moto d'epoca giapponesi: pezzi da collezione per intenditori

Chi ha una passione per le moto lo sa: trovare i pezzi di ricambio per la propria moto d’epoca, spesso è un’impresa, quasi una caccia al tesoro. C’è chi ha una particolare inclinazione per le marche italiane, come Benelli, Ducati, Gilera, Lambretta o Moto Guzzi, chi invece si interessa al mercato giapponese. Le moto di produzione nipponica vantano una lunga serie di successi e modelli di grande qualità; tra quelle più note compaiono Honda, Yamaha, Kawasaki.

Come scegliere il ricambio adatto

I ricambi disponibili per le moto, sia d’epoca che moderne, sono moltissimi: filtri dell’aria, carburatori, orologi, comandi per luci, candele, selle e coperture per selle, tutti gli accessori meccanici e gli ingranaggi per motore, fasce di copertura per raggi, specchietti, guarnizioni, ghiere, fasce per catena. Ogni moto necessita del componente giusto, soprattutto se si ha a che fare con una moto d’epoca, per la quale spesso i pezzi sono pregiati o difficili da reperire.

Spesso infatti questi componenti di ricambio non sono più prodotti dal fornitore originale e l’unica alternativa per un appassionato è rivolgersi al mercato dell’usato. È infatti molto comune trovare oggetti e pezzi di ricambio per parti non funzionanti ricondizionati dal venditore e in ottimo stato, pronti per essere rimessi a nuova vita. Si tratta di accessori spesso mai usati, oppure utilizzati e ricostruiti o riparati da appassionati. I prezzi sono estremamente vari e dipendono dal tipo e dalla qualità del pezzo, dalla dimensione, dal tipo di componente meccanico e dalla qualità del materiale di fabbricazione, ma anche dal valore del ricambio stesso, che può essere molto vecchio.

Alcuni componenti meccanici come leve, pipette meccaniche o coppie di condensatori costano dai 30 € a salire. I prezzi delle selle si aggirano invece sui 70 € fino a raggiungere costi ben più elevati. Accessori piccoli come i filtri dell’aria o i sistemi di attivazione del clacson possono essere acquistati anche a prezzi molto più contenuti, alcuni anche attorno ai 10 €, mentre il prezzo medio degli specchietti retrovisori si aggira sui 30 €. I kit di revisione dei carburatori sono oggetti più costosi: è possibile reperire online interi set di strumenti a costi che superano facilmente i 100 €.

Tra i molti pezzi di ricambio per le moto giapponesi sono disponibili anche degli orologi da manubrio. Si può far riferimento a un elenco di marche di orologi che comprende Kawasaki, Suzuki e Yamaha. I prezzi vanno dai 30 € in su sia per gli orologi a quadrante che per quelli a display.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda