Il caffè: a casa come al bar

Sono sempre di più gli italiani che vogliono bere il caffè a casa come fossero al bar. La tradizionale moka, che per decenni ha rappresentato l’italianità in fatto di caffè, sta venendo via via soppiantata dalla sempre più massiccia diffusione delle macchine da espresso destinate a un uso domestico. Poco ingombranti, dal design accattivante e in grado di produrre un espresso buono come quello del bar, grazie anche al prezzo, generalmente alla portata di tutti, queste macchine hanno conquistato negli anni un pubblico sempre più vasto. In commercio si trovano modelli che funzionano con la tradizionale miscela in polvere e altri che necessitano di cialde. Un’altra distinzione va fatta tra macchine manuali e automatiche. Queste ultime sono delle vere e proprie “centrali del caffè”, degne sorelle dei modelli professionali da bar. In grado di macinare i chicchi, non offrono solo un semplice espresso, ma preparano deliziosi cappuccini e caffellatte con tanto di schiuma.

Saeco, marchio di garanzia

Uno dei marchi leader in questo settore è senz’altro la Saeco. L’azienda bolognese nel 1985 produce la prima macchina automatica domestica; dal 1996, con l’introduzione del pannarello automatico, si rende possibile la preparazione del cappuccino. Nel 2004, un nuovo brevetto Saeco consente di regolare a proprio piacimento la cremosità e la densità del caffè, semplicemente ruotando una manopola. Vengono poi prodotti i primi macina caffè interamente in ceramica, che garantiscono una durata maggiore e non alterano in alcun modo il gusto della miscela. Infine, del 2014 è la creazione del modello GranBaristo Avanti, una macchina interattiva in grado di differenziare le bevande a seconda dei gusti, e che può essere gestita con il telefono, tramite un’applicazione.

Tutti i ricambi Saeco

Come qualsiasi altro macchinario, anche le macchine per il caffè hanno bisogno di un’attenta e costante manutenzione. Di particolare importanza è l’uso di un decalcificante, soprattutto in quelle zone geografiche in cui l’acqua che sgorga dal rubinetto è particolarmente dura. Il calcare, infatti, potrebbe intasare la pompa causando danni anche irreparabili. Sul mercato si trova comunque un’ampia gamma di pezzi di ricambio Saeco, in grado di garantire una lunga vita alla macchina per il caffè. Oltre al filtro e alla guarnizione, che sono le parti più soggette a usura, sono disponibili i bracci portafiltro e le pompe, che rappresentano il cuore pulsante dell’intero apparato. I prezzi variano dai 2 € per una guarnizione ai 240 € necessari per la sostituzione della scheda elettronica.