Velocità e sicurezza: le protezioni per la guida di auto e kart

I normali conducenti di auto non sono tenuti a indossare nessun equipaggiamento di protezione quando guidano. Al contrario, tutti i piloti, dai professionisti agli amatori ai normali autisti di ogni giorno, sanno che essere equipaggiati significa soprattutto sicurezza e affidabilità dell’ abbigliamento e delle protezioni che si usano. Esistono diverse marche di protezioni per la guida di auto e kart, come Alpinestars, BÖLK, OMP e Sparco. Anche nel mercato dell’ usato si trovano molte offerte. I prezzi vanno da circa 25 € fino a più di 300 € per le protezioni da competizione.

Protezioni per la guida di auto e kart: i paracostole

Le protezioni per la guida di auto e kart rientrano nella categoria dell’ abbigliamento per la guida. Esse, insieme ai caschi, hanno lo scopo di ridurre il rischio di lesioni, in particolare alla colonna cervicale e alla base cranica. Si tratta dei corpetti paracostole, dei collari e delle cinture di sicurezza. I corpetti paracostole sono molto importanti, perché può bastare prendere male un cordolo o un marciapiede per ritrovarsi con una costola incrinata. Quelli non rigidi sono in genere molto confortevoli e non creano problemi di sudorazione nonostante le alte temperature che si creano nell’abitacolo. Sul manto stradale sconnesso permettono di non risentire dei colpi alle costole, in quanto dotati di fasce che attutiscono gli urti, a differenza di quelli rigidi che ne sono privi. In commercio esistono anche dei corpetti paracostole semirigidi provvisti di protezioni per le spalle.

Proteggere la cervicale con il paracollo

Tra le protezioni per la guida di auto e kart, il collare o paracollo serve per evitare shock e contusioni al collo in caso di forti collisioni o di rovesciamento della vettura.

I collari hanno una forma che richiama quella di un giogo, il cui arco è sagomato in modo da scendere sul torace e, nella parte posteriore, salire fin sotto al casco. Quelli per professionisti permettono sia di indossare due cinture di sicurezza che bloccano il collare contro il torace, sia di agganciare il casco al collare in modo da creare un’unica cintura di sicurezza. È questo il migliore sistema di protezione del collo e della testa in caso di violente decelerazioni o d’impatto: le forze a cui sono sottoposti la testa e il collo vengono ripartite su una superficie più vasta e meno pericolosa, che riduce il rischio di fratture cervicali e strappi muscolari. Questo sistema di protezione per la guida di auto e kart è obbligatorio nei principali campionati su pista e su strada (Formula 1, mondiale rally, Formula 3.000, ecc.).