Dall’antico Egitto a oggi, l’essenziale profumo

Le origini del profumo risalgono indietro nei millenni, fino ad arrivare agli antichi Egizi. Con mirra, incenso, legno di cedro e spezie, il popolo dei faraoni usava creare essenze a base oleosa. Il profumo era utilizzato anche dai Greci e dai Romani. La parola stessa deriva infatti dal latino “per fumum” ossia “attraverso il fumo”, che si rifaceva all’usanza di bruciare incensi e altri aromi per omaggiare gli dei. Dalle origini dell’uomo ai giorni nostri l’evoluzione dei costumi ha portato a interpretazioni sempre diverse dell’odore corporeo. Oggi il profumonon è più utilizzato per coprire i cattivi odori, come usavano fare le nobili alla corte francese nel XIV secolo, ma è uno strumento che aggiunge un tocco in più a chi lo porta, esprimendo appieno le proprie caratteristiche, solo al contatto con la pelle di ogni donna.

Profumi da donna, da uomo e unisex

Sebbene siano in vendita numerosi profumi unisex, con fragranze adatte a lui e lei, in genere le essenze sono molto caratterizzate. Sarà quindi immediata, la distinzione “a naso” di un profumo da uomo, rispetto a quello da donna. I profumi per bambini, ancora diversi, dovrebbero essere privi di alcol e ipoallergenici, oltre che molto delicati. Revlon, azienda americana di cosmetici fondata nel 1932, oltre a offrire sul mercato prodotti per capelli e make up, propone anche profumi da donna. Raccolti sotto il nome storico di “Charlie”, si distinguono in vari colori, ognuno pensato per esprimere un certo tipo di femminilità. Blue è dedicato alla donna sicura di sé; Red esprime sensualità e passione; White è pensato per la donna elegante e raffinata; Silver per quella moderna ed entusiasta e per finire Gold esalta il lato glamour delle ragazze. I prezzi vanno dai 4 € per un’eau de toilette da 100 ml, ai quasi 100 € per la stessa confezione, datata 1973, anno di lancio del prodotto.

Come scegliere il profumo

Oltre a reagire in maniera diversa a contatto con la pelle di ogni donna, il profumo ha una reazione particolare e unica con chi lo porta, suscitando sensazioni gradevoli o sgradevoli attraverso l’olfatto. Per scegliere il profumo adatto basta quindi lasciarsi guidare dall’istinto. Ognuno di noi è naturalmente attratto da famiglie olfattive, chi ama le fragranze fiorite, probabilmente non gradirà i profumi esperidati, a base agrumata. Altro aspetto a cui prestare attenzione è l’intensità, in base alla quale si distinguono essenze forti o leggere. Il profumo va spruzzato all’interno del polso, e lasciato agire per circa un’ora. Dopodiché, annusando, saremo in grado di capire se è la fragranza che fa per noi.

Anche il prezzo può aiutare a scegliere. In genere un’acqua di colonia, più “leggera”, è molto più abbordabile di una boccetta di profumo.