Olio aceto sale e pepe: oggetti funzionali dal design vario e accattivante

Oggigiorno, stoviglie e accessori per la cucina devono corrispondere a standard qualitativi ed estetici molto alti per incontrare il gusto di una clientela che si fa sempre più esigente e attenta, non solo alla qualità funzionale ma anche allo stile. Così, i set per olio, aceto, sale e pepe, immancabili su ogni tavola, non possono essere considerati semplici accessori per la cucina ma veri e propri oggetti di design, in grado di coniugare le caratteristiche funzionali più adatte alle singole necessità con lo stile corrispondente a ogni tavola.

Come scegliere i portacondimenti: set coordinati o elementi singoli?

In commercio si trova una scelta sterminata di portacondimenti di tutti i tipi. Innanzitutto, bisogna decidere se si vuole un set coordinato per tutti e quattro i condimenti o se si preferisce operare una scelta singola per ogni elemento. Nel primo caso, si prediligerà l'armonia del design d'insieme, nel secondo si porrà l'attenzione sulla resa funzionale, ma anche estetica, che si vuole ottenere dai vari pezzi.

Le ditte che producono set per condimenti sono numerosissime, così come la scelta dei materiali e dello stile. Alessi, marchio storico del design italiano, offre un'ampia collezione di portacondimenti concepiti da illustri designer, veri e propri pezzi d'arte per la tavola.

Saliere e pepiere

Se si deciderà di operare una scelta separata dei portacondimenti, per sale e pepe è possibile scegliere dei macinini che ne esalteranno il gusto diffondendone l'aroma, anziché dei semplici contenitori. Pepiere e saliere possono essere realizzate in diversi materiali: vetro, acciaio, legno o plastica rigida. L'importante sarà scegliere un prodotto che sia resistente e facile da usare, oltre che esteticamente accattivante. Tra le ditte produttrici di macinapepe e macinasale, la francese Peugeot (universalmente conosciuta per le sue automobili) e la tedesca Zassenhaus rappresentano i marchi storici più noti, entrambi presenti sul mercato fin dal XIX secolo.

Oliere e acetiere

Nella scelta dell'oliera si dovranno considerare le dimensioni (più o meno grande a seconda del numero dei componenti della famiglia), il materiale (acciaio o plastica, più adatti ai bambini, oppure vetro per tavole più eleganti) e la praticità di utilizzo a seconda dell'impugnatura e del beccuccio. In genere, si preferisce coordinare l'acetiera con l'oliera. Esistono inoltre dei modelli in cui l'una è incorporata nell'altra (una ampolla grande che ne contiene una più piccola, con doppio beccuccio).

Esistono infine degli innovativi modelli di oliera spray, utilizzabili anche per altri liquidi, comodi per condire uniformemente o ungere teglie e padelle.

I prezzi possono variare moltissimo in base a marchio, design e materiali, da un minimo di 3 € fino a 1.000 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda