Portadocumenti: una comoda alternativa al portafoglio

Per chi non ama viaggiare con borseo ventiquattrore al seguito, il portafoglio può talvolta risultare scomodo da riporre semplicemente in tasca. Magari perché è troppo gonfio di banconote o monete, o a causa delle numerose tessere che talvolta siamo costretti a portarci dietro.

Per questo secondo problema è stato studiato il portadocumenti. Si tratta di un organizer estremamente pratico e sottile, che ospita al suo interno diversi alloggi trasparenti per custodire carte magnetiche o documenti d’identità.

Pensato per essere tascabile ed essenziale, è indicato come accessorio da uomo per riporre i documenti strettamente necessari e senza ulteriori ingombri.

Formati disponibili

Data la varietà delle misure e degli spessori, ogni documento richiede il suo formato specifico. I fortunati con diverse carte di credito o bancomat possono optare per la versione a libroche può contenere tra le 6 e le 10 tessere. Si rivela perfetto anche per il codice fiscale e anche chi possiede delle tessere punti può in questo modo collezionarle facilmente, tenendole sempre a portata di mano. Per acquistare questo modello, si possono spendere tra i 2 € e i 10 €.

Il secondo modello è quello per i documenti di identità, che si dividono in carta di identitàe passaporto. In entrambi i casi, non è altro che una custodia plastificata rigida (nella variante trasparente o colorata) che consente una maggiore protezione rispetto al deterioramento del documento. La copertina presenta degli intagli per lasciare trasparire il numero di registrazione del documento e la nazionalità, così da facilitare i controlli con le autorità. Il costo medio varia da 1 € a 6 €.

Materiali tra cui scegliere

Non solo plastica: per chi è alla ricerca di un tocco di classe e di un oggetto dalla fattura più robusta ed esteticamente gradevole, esistono altre interessanti opzioni.

Si possono reperire versioni in tessuto, disponibili sia monocromatiche (con tonalità più classiche come nero e marrone o in toni accesi, come verde o giallo) sia con fantasie variegate e simpatiche stampe pop.

Per un materiale che si fa riconoscere, si può certamente puntare sul portadocumenti in pelle, mentre per un effetto sorpresa reale si può scegliere l’alluminio. Quest’ultimo, che assomiglia molto a un portasigarette, è davvero il trend più recente essendo super resistente, pratico e molto accattivante con la sua finitura lucida.

Se tuttavia volete un prodotto economico, potrete sempre rimanere sul portadocumenti in plastica, che oltre ad essere il meno costoso, è il più diffuso e si adatta comodamente allo stile della borsa o dell’abbigliamento, senza creare disagio per un accostamento azzardato.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda