Un elettrodomestico diventato nel tempo immancabile: la macchina per caffè espresso

Il mondo delle macchine per caffè espresso è in continua evoluzione. La prima macchinetta per caffè è nata alla fine del 1800 e, pochi anni dopo, agli inizi del secolo successivo, venne sostituita con una serie di altre macchie che portavano piccole innovazioni soprattutto nel modo di prearare la bevanda. Procedimento che portava con sé delle piccole modifiche nel gusto dell’espresso. Nato inizialmente come una sorta di tisana, con il tempo è diventata la bevanda che oggi conosciamo.

Philips: dal 1965 porta il caffè nelle case degli Italiani

Una delle maggiori società nel settore della produzione di elettrodomestici è l'Olandese Philips. Nata 120 anni fa, ad Amsterdam, in Olanda, è diventata leader mondiale per quanto riguarda il settore dell'elettronica. In Italia è presente dalla fine degli anni ‘20 con una sede in Piemonte. Dal dopoguerra, la società Olandese ha introdotto, nei suoi prodotti, la macchina da caffè che porta da allora nelle abitazioni dei consumatori promuovendo la loro evoluzione grazie alla tecnologia avanzata. 2015 è diventato leader delle macchine da caffè in Europa Occidentale. Specializzata non soltanto nella produzione di nuovi modelli, sempre più all’avanguardia, ma anche nella vendita di ricambi ed accessori per questi elettrodomestici.

Tante macchine diverse a seconda delle esigenze

Oggi sono tantissime le macchine in circolazione. Quelle per caffè all'americana, monodose, automatiche per espresso che offrono un caffè da chicchi appena macinati, con filtro o senza filtri. Macchine che, con il passare del tempo, si sono evolute e dal semplice espresso, come le moka, sono in grado di preparare il cappuccino, il caffè latte o latte macchiato con schiuma di latte fresca grazie al pannello integrato. Due sono le direzioni che questi elettrodomestici hanno preso. La prima è quella dell’estrema automazione dove, senza un minimo intervento, se non per mettere la tazza, non si deve intervenire. L'altra dove, come se fosse un computer, è possibile iper-personalizzarla, scegliendo pressione e temperatura a seconda del tipo di macina, per poter ottenere particolari gusti intensi e forti o meno intensi e più aromatici. 12 sono le diverse tipologie di caffè che le macchine della Philips possono preparare: dal caffè normale all’espresso, dal ristretto a quello lungo o intenso, dal caffè crema al flat white passando per il cappuccino o il latte macchiato.

Il prezzo parte da alcune decine di euro, per alcuni ricambi ed accessori, come il porta cialde, fino ad arrivare a quasi 2.000 € per una macchina espresso automatica.