Cucinare, che passione! 

Ogni epoca ha le sue star. Se il decennio scorso ha visto esplodere la fama degli architetti, prontamente ribattezzati archistar, quello in corso è indubbiamente il decennio degli chef. Onnipresenti su tutti i media, osannati e acclamati da schiere di giovani che cercano d’imitarne le gesta, sono loro le vere star del momento. 

Il mestiere dello Chef

Il settore della ristorazione è quello che meno ha risentito degli effetti della crisi economica esplosa una decina di anni or sono. Probabilmente è questo il motivo principale per cui tanti ragazzi, spaventati da un futuro che si prospetta non propriamente roseo, aspirano a diventare cuochi.L’arte di cucinare richiede inventiva, grande passione e un bagaglio di conoscenze piuttosto vasto. Tra le competenze che un bravo cuoco deve avere, vi è senz’altro la padronanza delle armi del mestiere. Sapersi districare tra coltelli, pentole e fornelli è fondamentale per produrre una cucina di alto livello. In ogni cucina che si rispetti, trovano spazio pentole e padelle di ogni forma, materiale e dimensione. I vari tipi di piatto e di cottura richiedono infatti un tipo di pentola specifico. Padelle per friggere o antiaderenti, bistecchiere, pentole a pressione o per la cottura a vapore, l’elenco potrebbe essere infinito. 

Una pentola in rame è per sempre 

Tra gli oggetti più preziosi che si possono trovare in una cucina vi sono le pentole in rame. Va precisato che, dati i costi, si tratta di prodotti di uso quasi esclusivamente professionale. Il rame, tra i metalli che si usano nella fabbricazione del pentolame, è quello con la maggiore conducibilità termica. Ciò, oltre a un notevole risparmio energetico, permette di ottenere una temperatura uniforme e costante in tutti i punti della pentola, fondo e bordi compresi. Questa sua peculiarità lo rende particolarmente indicato per le lavorazioni di pasticceria e per tutti quei piatti che richiedono tempi lunghi e una cottura accurata. Per evitare la formazione di ossido di rame, una sostanza tossica, sulla superficie delle pentole, queste vengono internamente rivestite di stagno. Il rame è inoltre resistente agli urti e agli shock termici, alle abrasioni e alla corrosione, particolari che rendono questo prodotto praticamente indistruttibile. Le pentole in rame tradizionali possono essere usate solo con fornelli a gas, ma di recente sono stati prodotti dei modelli dotati di un doppio fondo, adatti anche ai piani cottura a induzione. Oltre a evitare il lavaggio in lavastoviglie, i produttori consigliano di non superare i 220° C per evitare la fusione dello stagno, e l’uso dello spargifiamma . I prezzi variano tra i 60 € e i 180 €.