Pendrive nera SanDisk da 16 GB

Per pendriveo penna USB si intende un dispositivo di memoria esterna e di tipo portatile che permette, attraverso le prese universali USB presenti sui computer, di spostare da un pc all’altro file, documenti, foto, video e tanto altro.

Il successo di queste pennette è dovuto alla facilità di utilizzo ed alle dimensioni ridotte, che permettono di portarle sempre con sé e di averle a portata di mano in ogni evenienza.

Oltre a ciò si aggiunge la compatibilità con tutti i computer di ultima generazione, indipendentemente dalle marche e dai sistemi operativi presenti, e l'incredibile velocità di caricamento e salvataggio anche dei file più pesanti.

Basta semplicemente collegare la pendrive ad una porta USB del computer e trascinare i file da una cartella del computer a quella del dispositivo, oppure spostarle su un’altra pendrive, dato che si possono usare più di una contemporaneamente collegate allo stesso pc, senza affaticare il sistema o sovrapporsi una all'altra.

Prezzi e caratteristiche

Ogni brand produce la sua serie di pendrive le quali cambiano, non solo esteticamente, ma anche in base alla memoria a disposizione sul dispositivo. In questo caso ci occuperemo del brand americano SanDisk, leader nel settore delle memorie esterne, produttore non solo di memory stick, ma anche di dischi esterni, schede micro SD.

Si parte da un minimo di 16GBfino ad arrivare anche a 64GB, ovviamente i prezzi degli articoli variano proprio relativamente alla memoria, che è la proprietà peculiare che tende ad incidere maggiormente sul prezzo.

I prezzi minimi per prodotti nuovi partono da 12 € per un modello CRUZER BLADE 2.0, garantito al 100%. Tra le sue caratteristiche principali, oltre alla memoria, è il design compatto ed elegante con una finitura laterale in rosso. I prezzi lievitano fino a 70 € per un doppio drive C da 128 GB, modello ultra dual e con garanzia fino a 5 anni.

Gli altri articoli del brand americano

Tra i dispositivi di archiviazionesicuramente la pendrive rappresenta la soluzione più economica e pratica, ma esistono altri tipi di congegni esterni che permettono di salvare e immagazzinare dei file, come ad esempio supporti verginicostituiti da DVD e CD.

Questi ultimi con gli anni hanno perso sempre più il loro ruolo cardine e vengono usati sempre di meno, soprattutto dalle nuove generazioni, perché ormai quasi spodestati dalle pennette USB, le quali fungono soprattutto da memoria temporanea e non permanente (così come era per i DVD invece). Non a caso molti computer portatili moderni non sono nemmeno dotati di lettori DVD e CD, in quanto poco utilizzati.