Orologi da tavolo: il tempo a portata di mano

Nonostante al giorno d’oggi gli smartphone abbiano in parte sostituito l’utilizzo del tradizionale orologio da polso o di quello da parete, molto spesso avere un orologio da tavolo in casa può fare comodo se si vuole dare una rapida occhiata all’orario senza dover estrarre dalla tasca il cellulare. Inoltre, alcune marche propongono orologi da tavolo dal design molto particolare che, oltre alla semplice funzione di scandire il tempo, contribuiscono a dare un significativo tocco estetico all’ambiente in cui vengono posizionati.

Solitamente, gli orologi da tavolo vengono prodotti dalle stesse aziende che si occupano di orologi da polso oppure di sveglie e radiosveglie e, tra le marche principali, ci sono ad esempio Casio e Oregon Scientific. Questi e altri produttori propongono una vasta gamma di modelli diversi fra loro per funzioni e aspetto, con prezzi ampiamente variabili.

Chi è alla ricerca di un articolo nuovo può acquistare con solo 1 € un particolare orologio da tavolo con quadrante ricavato da un compact disc, mentre per i veri appassionati esistono alcuni preziosissimi modelli di orologi da tavolo con prezzi che vanno oltre i 30.000 €.

Per chi è alla ricerca di orologi usati, si possono trovare articoli con prezzi che vanno da 1 € per orologi modesti fino a 20.000 € per pregiati orologi da collezione.

Come scegliere un orologio da tavolo

La scelta di un orologio da tavolo va effettuata valutando diverse funzioni e caratteristiche, tra cui il tipo di display, la modalità di alimentazione e le eventuali funzioni aggiuntive.

Fra i vari modelli disponibili in commercio va fatta innanzitutto una distinzione fra orologi analogici e orologi con display digitale. Generalmente, gli orologi da tavolo analogici sono basati sul classico meccanismo di funzionamento a ingranaggi, il quale muovendosi costantemente aziona il movimento delle lancette.

Gli orologi da tavolo digitali, invece, sono dispositivi elettronici dotati di un display sul quale possono comparire non solo le cifre che indicano l’ora e i minuti, ma anche numerose altre informazioni, spesso personalizzabili dall’utente.

Un’altra importante distinzione va fatta in base alla modalità di alimentazione dell’orologio. Fra le più comuni, vi è sicuramente l’alimentazione a batteria, che comporta però lo svantaggio di dover sostituire periodicamente le pile dell’orologio. Per chi desidera, invece, avere un orologio sempre affidabile e funzionante, senza dover pensare alla sostituzione delle batterie, esistono diversi modelli di orologi ad alimentazione elettrica o solare.

Infine, per chi è alla ricerca di orologi con particolari caratteristiche aggiuntive, esistono modelli con luce notturna integrata o in grado di scandire le fasi lunari.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda