Mute da surf: comodità e sicurezza

La scelta della muta da surf, kitesurf e windsurf è molto importante, perché deve adattarsi alla temperatura dell'acqua a seconda delle diverse stagioni e deve calzare comodamente per facilitare i movimenti. Così come è importante l’attrezzatura, anche l’abbigliamento in questo sport è infatti fondamentale. Per una muta da surf nuova, i prezzi vanno da meno di 30 € fino a più di 300 €. Anche nell’usato si possono trovare delle buone occasioni.

Come scegliere la muta da surf

Le mute da surf si differenziano tra loro in base allo spessore e alla forma. L’apertura può essere anteriore o posteriore, sebbene quelle con apertura anteriore siano molto più pratiche, in quanto si possono richiudere facilmente. Spesso sono provviste di pannelli in materiali idonei a riscaldare il torace e da altri inserti rinforzati su ginocchia, gomiti, avambracci e spalle. Se dovete cavalcare le gelide acque dell’inverno, vi occorrerà una muta da surf con spessore 5:3:2. Conviene che il cappuccio, i guanti e i calzari siano di misura un po’ più stretta piuttosto che larga, per non correre il rischio che entri acqua. La muta da surf più utilizzata è il modello intermedio con spessore 4:3 perchè, sebbene si avverta un leggero freddo d’inverno e un leggero caldo d’estate, è utilizzabile in tutte le stagioni. Se invece volete fare surf nei mesi più caldi, una muta 3:2 è la più adeguata. Durante le giornate estive più ventose potrete indossare solo la parte superiore della muta. In commercio ne esistono vari tipi: non scegliete la prima che trovate, ma provate i vari modelli esistenti.

Se praticate il kitesurf o il windsurf, i modelli di mute disponibili sono: semistagna, stagna, convertibile e Shorty. Il materiale con cui vengono realizzate è il neoprene. La muta semistagna mantiene uno strato d'acqua all’interno della muta stessa. Questo strato d’acqua, scaldandosi a contatto con il corpo, assicura una temperatura più calda rispetto a quella dell'acqua esterna. A questa tipologia di muta appartengono anche le convertibili. La muta stagna permette invece di restare asciutti, perchè sia i polsini che il collare sono appunto a tenuta stagna. Quando praticate kitesurf o windsurf in acque calde e nei periodi tra primavera ed estate, le mute Shorty sono le più adeguate, perché hanno gambe e maniche corte.

Prima di comprare una muta indossatela, muovete braccia, gambe e provate a respirare bene. Infine, la manutenzione: non lasciate la muta al sole, soprattutto se è bagnata. Inoltre, non schiacciatela (nemmeno con le mollette da bucato), altrimenti si rischia di rovinare il tessuto, e verificate periodicamente le cuciture nelle zone di maggiore sollecitazione.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda