Sponsorizzato

Elettronica a portata di click

Leader nella sorveglianza

Acquista

Vendita promozionale in primo piano

Motosega

Motosega: istruzioni per l’uso

Senza avere pretese di giardinaggio professionale, la motosega può essere un utile alleato per chi vive fuori città e magari ha la fortuna di essere circondato dal verde.La motosega da potatura serve a tagliare tronchi e legname e può essere usata per sfoltire le piante del giardino, senza la fatica richiesta da un’accetta o da una sega a mano.Ne esistono di due tipologie: motosega a scoppio, con motore a due tempi alimentato da una miscela di olio e benzina, ed elettromotosega, che inquina meno ma è limitata nell’uso dalla lunghezza del cavo elettrico. Le prime si prestano a usi più pesanti e per potature più “robuste”, e potranno essere più maneggevoli se dotate del sistema antivibrazione. Inoltre l’autonomia dipenderà dalla capienza del serbatoio del carburante. Si tratta di apparecchi molto pericolosi, che vanno usati con grande cautela. Dunque, in fase di acquisto, attenzione massima alla sicurezza.

Come orientarsi nella scelta?

Occorre chiedersi prima di tutto a cosa servirà la motosega. Per lavoretti di giardinaggio e potature saltuarie, una motosega di dimensioni ridotte potrà essere sufficiente. Però non risparmiate sulla potenza, poiché molti lavoretti potrebbero non riuscire bene.La potenza è proporzionale al tipo di lavori da fare e dipende dalla cilindrata.Motoseghe  di 20-35 cc di cilindrata saranno adatte a piccole potature; cilindrate di 40-60 cc andranno bene per potature fai da te; misure superiori sono per uso professionale.Anche per la lunghezza della catena (dai 20 cm ai 90 cm e oltre) valgono le stesse considerazioni relative all’uso: la lunghezza della lama non potrà essere eccessiva per motoseghe con poca potenza. Di questi elementi è facile reperire pezzi di ricambio e catene sostitutive. Tenendo presente il fattore sicurezza, meglio scegliere un apparecchio con adeguate protezioni dalle vibrazioni e contraccolpi e con freno catena. Attenzione anche ai dispositivi o alle lamiere a protezione delle mani!Il peso è rilevante e richiede una discreta forza fisica nell’uso: una motosega piccola peserà non meno di di 4 kg; modelli più potenti raggiungeranno anche i 7 kg.Data la rumorosità di questi apparecchi, è buona norma lavorare con opportuni articoli di sicurezza aggiuntivi, come, ad esempio, cuffie antirumore. 

Quale scegliere e quanto spendere

Vi sono molte marche disponibili. Una delle più apprezzate è senza dubbio la motosega da potatura stihl, con prestazioni ottime e consumi contenuti. Tra le altre marche si segnalano; Husqvarna, Echo, Mcculloch, Komatsu, Tanaka, Oregon. Per una motosega di qualità si spendono dai 200 € ai 500 €. Si trovano anche motoseghe molto economiche senza marca a meno di 100 €, ma attenzione ai dispositivi di sicurezza. Infine il mercato dell’usato può far risparmiare anche oltre il 50% rispetto al prezzo del nuovo.