Videocontrollo e sicurezza

In caso di assenza da casa per qualsiasi motivo, un sistema di videosorveglianza con opzione di monitoraggio a distanza può aiutare a dormire sonni più tranquilli.La tecnologia oggi aiuta molto e fornisce gli articoli di sicurezza e gli strumenti di protezione adatti a ogni esigenza a prezzi accessibili.

Monitor per videosorveglianza

Il monitor viene collegato a un sistema antifurto e abbinato ad apposite telecamere di sorveglianza, posizionate in punti strategici. Il monitor si aziona da remoto con telecomando in dotazione.Così sarà sempre possibile controllare in streaming ciò che accade, sia che scatti un sensore di movimento, sia che ci venga semplicemente voglia di dare un’occhiata a cosa succede a casa. Infatti il display riceve e converte il segnale, permettendo la visione in diretta di quanto trasmesso dalle telecamere di sicurezza.

Come scegliere?

Per prima cosa sarà opportuno valutare le dimensioni del monitor videosorveglianza, che possono essere variabili. La scelta dovrà dunque dipendere soprattutto da come e dove useremo il display.La dimensioni si misurano in pollici. Ne esistono di portatili e con dimensioni simili a quelle di un tablet di 4-10’’; oppure di grandi e da installazione fissa, ingombranti quanto una TV da 21’’.Tra le caratteristiche da tenere presenti quando si acquista un monitor da video sorveglianza, la qualità delle immagini sicuramente deve avere la priorità. Meglio dunque prestare attenzione alla risoluzione (in pixel) e al contrasto, nonché alla brillantezza delle immagini.Esistono monitor LCD o CRT tradizionali, questi ultimi ovviamente più adatti ai sistemi di monitoraggio e videosorveglianza fissi.Inoltre, se optate per un portatile, sarà opportuno verificare la durata dell’autonomia e la possibilità di ricarica.Alcuni monitor offrono la possibilità di registrare, una funzione che potrebbe risultare molto utile in caso di effrazione; altri, se collegati a videocamere a infrarossi, potranno essere utilizzati anche di notte.Se il kit antifurto non prevede il monitor o ne prevede uno che non soddisfa, è possibile acquistare un altro display a parte e collegarlo alla centralina.Una opzione alternativa all’acquisto del monitor da sorveglianza è il collegamento dell’antifurto e delle telecamere allo smartphone, usando lo schermo del telefono come monitor per controllare le immagini delle telecamere. Ovviamente la risoluzione e la qualità della visione saranno limitate più rispetto a quelle di uno schermo LCD dedicato.

Prezzi 

Un monitor per videosorveglianza di base e con risoluzione non ottimale può costare circa 30 €/50 €; per migliore qualità e risoluzione, il prezzo di un display è di circa 80 €/120 € in base alle caratteristiche tecniche del prodotto.In caso di dubbio in fase di acquisto, soprattutto in relazione alla compatibilità con gli impianti già installati, è meglio chiedere al venditore le informazioni necessarie.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda