Le origini delle musicassette

La musicassetta, conosciuta come audiocassetta o più semplicemente cassetta, è un supporto fonografico a nastro magnetico nato negli sessanta, diffuso fino all’inizio del nuovo millennio grazie alla sua economicità e semplicità d’uso. Fu immessa nel mercato nel 1963 dalla Philips e segnò l’inizio delle playlist, dei mixtape e in un certo senso della pirateria. Resistente, compatta e facile da portare con sé, determinò il lento decadimento dei vinili, che pur offrendo una qualità audio e sonora maggiore, non erano alla portata di tutti, sia per il costo che per le attrezzature necessarie per ascoltarli.

In particolare, negli anni ‘70, a seguito della crisi e del conseguente aumento di prezzi dei vinili, ci fu un vero e proprio incremento della vendita delle cassette, su cui venivano registrati i propri brani preferiti, anche come regalo per amici e parenti. Nel 1979, venne prodotto dalla Sony il Walkman: strumento con cui ascoltare le proprie audiocassette ovunque ci si trovasse. Questo dispositivo, ora fedele compagno di tanti ricordi, rese ancora più popolari le musicassette, che videro il loro declino solo con l’introduzione sul mercato dei CD musicali, molto più capienti e meno ingombranti.

Musicassette: caratteristiche e dettagli

La cassetta è composta da un rivestimento esterno in plastica, che racchiude all’interno due bobine in cui è raccolto il nastro su cui viene impresso e registrato il materiale sonoro. Si possono registrare delle tracce su entrambi i lati, uno detto “A” e l’altro “B”, semplicemente capovolgendola all’interno del lettore, proprio come con i vinili musicali. Attualmente, le musicassette non sono più diffuse come un tempo, ma ciò non significa che siano del tutto cadute in disuso.

Rappresentano infatti un pezzo importante della storia della musica e continuano a essere prodotte dalla National Audio Co. di Springfield, che propone propri lavori su questo pezzo d’epoca. Inoltre, i collezionisti di cassette e tanti altri lotti e stock di articoli musicali, continuano a ricercarle e scambiarle sul mercato, creando una forte compra-vendita.

Come arricchire la propria collezione

Per gli appassionati di musica, cd e vinili, oltre che di audiocassette, sul mercato vi sono dei rivenditori specializzati da cui acquistare tantissimi prodotti vintage. In questi cataloghi di lotti e stock di articoli musicali è possibile trovare diverse cassette da collezione con dei prezzi che variano a seconda che siano nuove o con dei brani registrati al loro interno. Il prezzo minimo a cui è possibile trovare una singola audiocassetta è di 10 centesimi, tuttavia, vengono spesso vendute in blocchi da decine o centinaia di pezzi.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda