Seghe elettriche e lame per il bricolage e fai da te: ad ognuno il suo taglio

Se amate il fai da te e i lavori di falegnameria non potete fare a meno di avere una sega elettrica tra i vostri attrezzi: esse sono indispensabili per tagliare materiali impossibili da segare manualmente. Tra le varie seghe elettriche, è importante scegliere quella più adatta al proprio scopo: banchi sega, tagliapiastrelle, seghe a nastro, seghetti alternativi, sono solo alcune tra le seghe elettriche che possono aiutarvi a praticare tagli più o meno precisi e profondi, su materiali che vanno dal legno, alla plastica, all’alluminio.

La scelta delle lame: l’ingrediente fondamentale per ottimi risultati nel bricolage

Le seghe elettriche si differenziano tra loro principalmente per il tipo di lame: esse devono essere adeguate al materiale, alla precisione e alla curva del taglio richiesti. Le seghe circolari elettriche, così chiamate per via della forma della lama (disco metallico o dentato che gira), vanno dalle seghe di precisione fino agli attrezzi per tronchi o grossi pezzi di legno. Le loro lame le rendono adatte a praticare tagli rettilinei su superfici anche molto lunghe, a differenza dei seghetti alternativi, particolarmente indicati per i tagli curvilinei su superfici più corte.

Lo stesso vale per le seghe a nastro, siano esse verticali o da banco: considerate sempre il tipo di materiale da tagliare e il suo spessore prima di scegliere le lame da montare sui vostri attrezzi.

È buona regola, nella scelta delle lame per seghe elettriche per il bricolage e il fai da te, basarsi sul numero dei denti: in generale, più questo è elevato, più il taglio sarà preciso e pulito. Con l’acquisto di una sega elettrica circolare spesso troverete in dotazione delle lame HSS (acciaio ad alta velocità). Esse non sono però adatte al taglio di materiali duri e spessi. Per questi, preferite lame TCT ( o SRG), ai carburi di tungsteno. Per cemento e metallo, scegliete invece lame abrasive realizzate in carburo di silicio, o ancora lame diamantate per i materiali compositi.

In conclusione, è possibile, se non a volte necessario, cambiare la lama incorporata alla sega acquistata: sul mercato, l’offerta di lame di ogni dimensione, diametro e materiale è ricchissima e spazia da prodotti nuovi a pezzi usati e ricondizionati, con prezzi dai 6 € per una lama temprata da legno, fino ai 90 € per le lame di precisione. Scegliete le lame pensando al lavoro che vorrete fare con la vostra sega elettrica e affidatevi a marche che da anni producono questo genere di attrezzi e altri articoli correlati: esse sono garanzia di qualità, durata e sicurezza.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda