L’intimo bianco per bambine dai 2 ai 16 anni

L’abbigliamento intimo più comune, per le bambine dai 2 ai 16 anni, è quello dei body, delle mutandine e delle canotte, realizzate nei colori più vari, con una netta prevalenza di capi bianchi, seguiti da quelli rosa.

La scelta nel campo dell’intimo bianco, per le bambine dai 2 ai 16 anni, è molto ampia, con prezzi che vanno da un minimo di 5-6 €, per gli slip in 100% cotone, ai 40 € dei coordinati slip e canotta più cari, realizzati in misto lana e seta o in Filo di Scozia.

Le caratteristiche dell’intimo per bambini

I bambini non hanno ancora imparato a controllare la propria temperatura corporea, perciò è importante che indossino capi di biancheria intimain grado di aiutarli a regolare la traspirazione e a disperdere o trattenere il calore, a seconda delle condizioni.

Quando si trovano all’aria aperta, e in ambienti freddi in generale, i bambini hanno bisogno di trattenere il calore corporeo, e perciò è consigliabile che indossino capi di biancheria intima caldi e aderenti.

D’altro canto, la caratteristica dei bambini è quella di lasciarsi andare, appena ne hanno occasione, alle corse più sfrenate, senza curarsi della più celebre delle raccomandazioni delle mamme: “Non sudare!”.

In questo caso, la biancheria intima dei bambini deve garantire un’alta traspirazione, e un elevato grado di assorbimento del sudore, perché la pelle dei bambini sia sempre asciutta.La duplice funzione di termoregolazione corporea e di alta traspirabilità è affidata alle fibre naturali del cotone e della lana, i materiali più utilizzati nella produzione di mutande e canottiere per bambini.

L’intimo più adatto alla pelle delicata delle bambine

L’intimo per bambine, soprattutto per quelle più piccole, ha anche lo scopo di proteggerle dallo sfregamento del resto dell’abbigliamento, come i pantaloni e le camicie, evitando gli arrossamenti della pelle.

Nei primi anni di età, la pelle di bambini e bambine è molto sensibile: il sottile strato di epidermide, che nei bambini di due anni è circa il 20% più sottile di quello degli adulti, è poco tollerante agli sfregamenti.

Ciò comporta una maggiore frequenza degli arrossamenti e delle irritazioni anche gravi, fino alle dermatiti, che possono colpire la pelle dei bambini più piccoli.

I capi di biancheria intima sono quelli più a contatto con la pelle, perciò vanno scelti con cura: è meglio evitare i capi di abbigliamentotroppo stretti o troppo larghi, perché la protezione della biancheria intima è massima quando i capi sono perfettamente aderenti alla pelle, evitando che formino pericolose pieghe, che possono irritare la delicata pelle di bambini e bambine.