Interni per auto Fiat d´epoca

è il 1899 quando Giovanni Agnelli, insieme ad altri personaggi di spicco dell´alta borghesia torinese, fonda la Fiat, Fabbrica Italiana Automobili Torino.

A luglio del 1900 viene inaugurato il primo stabilimento e, da allora, prende il via una produzione di automobili che non conosce sosta. Si susseguono i modelli e si amplia il target, includendo anche motori per aerei ma anche per autocarri e autobus.

Nel 1957 nasce la Fiat 500, un modello destinato non solo a un enorme successo in termini di vendite, ma anche a diventare un vero e proprio simbolo dell´Italia, con estimatori in tutto il mondo.

Dopo la 500, nascono diversi altri modelli di automobili, come la 127 e la 128, rispettivamente del 1969 e 1971, fino a modelli più recenti come la Uno e la Panda.

Molte automobili Fiat sono state riproposte nel corso degli anni in versione moderna (una su tutte proprio la 500), ma le auto d´epoca conservano al giorno d´oggi ancora intatto il loro fascino, con appassionati che non solo le acquistano ancora, ma sulle quali investono cifre anche considerevoli per rimetterle a nuovo.

Le immortali auto d´epoca Fiat

La regolamentazione in materia recita che si può parlare di auto d´epoca quando questa è stata immatricolata da oltre trent´anni, tuttavia, nel cuore degli appassionati, le auto d´epoca Fiat sono ben più di un foglio di immatricolazione datato, e l´acquisto di una di esse significa avere tra le mani un pezzo di storia del nostro Paese.

Coloro che si affacciano per la prima volta su questo mondo, potrebbero avere difficoltà a orientarsi nella scelta di un modello in particolare. Infatti, sebbene la 500 sia l´auto Fiat più nota, diversi altri modelli trovano posto nel garage degli estimatori: dalla mitica Topolino, prima auto a imporsi come fenomeno di massa, passando per la Berlinetta 8v, creata per il mercato statunitense, fino alla 850 Spider e alla prima monovolume, la Fiat 600 Multipla.

Dare nuovo splendore a un´auto d´epoca Fiat

Quando si intende restaurare una vettura di questo tipo, di solito è necessario l´acquisto di pezzi di ricambio. Il motore è senza dubbio il pezzo che viene sostituito più di frequente, ma anche gli interni spesso necessitano di essere rimessi a nuovo.

Quali sono i ricambi di interni che si trovano in commercio e quanto costano? Il pavimento di una Panda si trova a circa 30 €, mentre la tappezzeria della Fiat 500 degli anni `70 ha un costo di più o meno 100 €; l´imbottitura dei sedili di una 500 richiede un investimento di poco meno di 200 € per il kit completo. Per la moquette di una 126 si spendono sui 100 €, mentre, per quanto riguarda gli interni per 127 Fiat, si possono acquistare anche dei pezzi particolari come il rivestimento in pelle del pomello del cambio, a circa 40 €.

Numerosi inoltre sono gli accessori d´epoca che, pur non determinando migliorie nella funzionalità, impreziosiscono l´auto dal punto di vista estetico, come il pulsante del clacson con logo originale, o le maniglie cromate.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda