Interni per automobili Alfa Romeo d’epoca: alta classe italiana

Le automobili Alfa Romeo sono un cult in tutto il pianeta, rappresentano un’icona di stile italiano e nel mondo e sono ammirate per la loro eleganza e unicità.

La storia Alfa Romeo inizia nel 1910 in Lombardia, il nome Alfa, infatti, sta per Anonima Lombarda Fabbrica Automobili, il nome Romeo invece, è in onore dell’ingegnere napoletano Nicola Romeo, che rilevò la fabbrica durante la prima guerra mondiale. Chi possiede un’auto d’epoca Alfa Romeo è un cultore della raffinatezza e dell’eleganza, proprio per questo dedicherà tempo e denaro alla sua manutenzione, cercando sempre ricambi originali e di prima qualità. A seconda di quello che si sta cercando, i prezzi possono andare da meno di 10 € a ben più di 1.000 €. I settori dell’usato e del ricostruito rappresentano una fetta molto importante nel mercato dei ricambi e accessori per auto d’epoca.

Quali sono gli interni per Alfa Romeo d’epoca e a che modelli sono destinati

Questa casa automobilistica negli anni ha prodotto vari modelli che sono passati alla storia, per ognuno di essi è possibile trovare i ricambi per interni più svariati.

Nel 1962, per esempio, nasce la Giulia, molto amata nella versione dell’anno successivo, l’elegante Alfa Romeo GT 2000, una coupé affusolata apprezzata per il design aerodinamico e le prestazioni sopra la media. Online si può trovare praticamente tutto per riportarla agli antichi fasti: dal posacenere, alle maniglie per gli sportelli, passando per l’orologio e il pulsante per il clacson.

Anche i proprietari della Spider Duetto, probabilmente l’automobile più sexy di sempre, diventata una star con il film “Il Laureato”, possono trovare ciò che cercano per mantenere perfetta questa divinità della meccanica datata 1966. Si possono sostituire, con pezzi originali, quasi tutti i componenti dei suoi interni, dalle cuffie per il cambio, al manometro, ai pedali e, con un po’ di fortuna, si riescono a trovare anche le chiavi originali ancora vergini.

Più recente, ma non meno chic, è l’Alfetta, la berlina del 1972 che passò alla storia per i dettagli meccanici degni delle auto da corsa. I suoi interni possono essere rinnovati a partire dal cruscotto, senza trascurare pedali e maniglie.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda