L’importanza della manutenzione dell’impianto elettrico in un’auto d’epoca

Se si desidera viaggiare con un’automobile sicura e ben funzionante è necessario sottoporla a dei controlli periodici. Mantenere in forma la propria auto consente, infatti, di diminuire i costi e i consumi, di inquinare meno e rispettare di più l’ambiente circostante, e infine garantisce una maggiore durata nel tempo dei vari costituenti dell’auto. Se si possiede una macchina d’altri tempi, poi, questa avrà bisogno di cure e attenzioni maggiori. Oggi il mercato offre una vasta quantità di pezzi di ricambio per automobili d’epoca: capita, infatti, che i componenti di una macchina antica, non potendo più essere riparati, debbano essere sostituiti con altri completamente nuovi. L’impianto elettrico si può annoverare tra quei costituenti che richiedono particolare attenzione.

Quando cambiare la batteria della propria auto

La batteria di un’automobile contiene le quantità di corrente elettrica fondamentali per nutrire i costituenti elettrici dell’intero impianto. Può accadere che la tensione della batteria diminuisca; questo può portare ad un funzionamento anomalo dei componenti del circuito elettrico. Se poi la tensione scende sotto determinati valori la macchina non accennerà nemmeno ad accendersi. Ecco perché l’automobilista deve sempre tenere sotto osservazione la batteria della propria vettura. In alcuni casi, quest’ultima è semplicemente scarica, e può essere ricaricata attraverso l’utilizzo di cavetti specifici; ma vi sono circostanze in cui la batteria smette di funzionare definitivamente: allora è necessario sostituirla con un’altra che sia ben funzionante. La scelta può essere operata tra una batteria appena fabbricata, e quindi del tutto nuova e una già usata: se si opta per la seconda opzione si spenderà una cifra meno ingente, ma un costituente elettrico di seconda mano avrà bisogno di revisioni e controlli più frequenti rispetto ad uno nuovo, che oltretutto assicurerebbe all’acquirente una maggiore durata nel tempo.

Impianto elettrico ricostruito in un Alfa Romeo d’epoca

Il mercato odierno offre la possibilità di comprare impianti elettrici ricostruiti: un impianto elettrico ricostruito o rigenerato è una struttura non completamente nuova, ma che, essendo stata sottoposta ad una meticolosa revisione, funziona bene quanto un pezzo appena fabbricato. Acquistando un impianto elettrico ricostruito si va incontro ad un risparmio non indifferente; infatti, uno nuovo avrebbe un costo nettamente superiore. Tra le automobili vintage che portano il marchio Alfa Romeo esistono alcuni esemplari più apprezzati di altri: la Giulietta e il modello 33 sono tra questi, ecco perché di questi ultimi si trovano facilmente in commercio i pezzi di un impianto elettrico.

I prezzi variano molto in relazione al tipo d’acquisto: si va dai 4 € per l’acquisto dei contatti d’accensione agli 880 € per l’acquisto di una centralina.