Elettrodomestici da cucina

Le cucine moderne sono solitamente fornite di grandi elettrodomestici (forno, frigorifero), cui possono aggiungersi lavastoviglie, cappa aspirante, microonde. La cucina può disporre anche di piccoli elettrodomestici, riponibili quando non in uso, come bistecchiere, tostapane, spremiagrumi. In questo contesto, riscuotono successo i robot da cucina che possono essere versatili (montando accessori diversi sullo stesso corpo macchina, il cibo può essere tritato, impastato, frullato e in alcuni casi anche cucinato) o prestarsi per una funzione specifica, come i frullatori o le impastatrici.

Il frullatore

Robot da cucina forniti di un contenitore e dotati di sistema di lame (che possono essere intercambiabili), i frullatori sono adatti a tritare vari tipi di alimenti, tra cui frutta e verdura e, in alcuni casi, anche il ghiaccio. Si prestano, tra le altre cose, per preparare zuppe, creme, omogeneizzati, frullati, smoothies.

I minipimer sono una tipologia particolare di frullatori: pratici e piccoli, sono anche detti “a immersione”, perché possono essere utilizzati nella pentola o in altri recipienti, e resistono al calore del cibo.

L’impastatrice

Elettrodomestici da cucina nati per impastare, le impastatrici si avvalgono solitamente di pale o fruste che, ruotando, montano e miscelano gli ingredienti all'interno di un contenitore. Possono servire, tra le altre cose, per creare e amalgamare morbidi impasti e basi per pizza, pane, pasta frolla. Il loro funzionamento è autonomo: impastano gli ingredienti senza necessitare di intervento esterno; allo stesso tempo, poiché lasciano le mani libere, consentono di occuparsi di altro.

Frullatori e impastatrici da 300W a una velocità

Curati nell'estetica, i frullatori e le impastatrici da 300 W a una velocità, sono disponibili in molte versioni: i marchi che li propongono sono vari e i modelli differiscono per materiali, design, dimensioni e colori. Tendenzialmente ergonomici e facili da pulire, questi robot si prestano all'utilizzo quotidiano; pratici da usare, grazie all’unica velocità e alla potenza contenuta, aiutano a tenere sotto controllo il trattamento degli ingredienti: testando di tanto in tanto lo stato del cibo, è possibile raggiungere il risultato sperato senza rischiare di frullare eccessivamente o amalgamare troppo.

Per quanto riguarda i frullatori, ne esistono con corpo in acciaio inossidabile e recipiente in plastica resistente alla rottura. Alcuni sono dotati di bottigliette coordinate, per portare con sé la pietanza preparata.

I frullatori a immersione possono essere realizzati interamente in acciaio inossidabile o essere rivestiti in plastica: se le lame sono separabili dal corpo, possono essere lavate in lavastoviglie.

​Per quanto riguarda le impastatrici da 300w a una velocità, le proposte possono differire tra loro oltre che per lo stile, anche per la dimensione del recipiente, da scegliere a seconda delle esigenze.

In termini di prezzo, si trovano tritatutto già intorno ai 18 € e impastatrici che superano i 700 €.