Frigoriferi da viaggio per l'auto: indispensabili oggetti per le vacanze

I frigoriferi da viaggio per l’auto rientrano tra gli accessori più utilizzati da chi viaggia abitualmente su quattro ruote. Questi oggetti permettono infatti di affrontare un lungo viaggio in auto in maniera confortevole, avendo sempre a disposizione una bibita fresca o uno snack da consumare al volo, senza dover necessariamente fermarsi in una stazione di servizio o un autogrill. I frigoriferi per auto diventano pressoché indispensabili quando nell’abitacolo sono presenti piccoli viaggiatori o animali domestici, meno inclini a sostenere lunghe ore di viaggio e code chilometriche. Tra le marche più note si ricordano AEG e Cartrend.
In commercio esistono diversi modelli di frigoriferi da viaggio, raggruppati in due grandi categorie: frigoriferi per auto passivi e frigoriferi per auto elettrici. I primi sfruttano un sistema isolante in grado di mantenere la temperatura interna costante per diverse ore, mentre le alternative elettriche funzionano al pari dei comuni frigoriferi casalinghi. Quali scegliere dunque?

Frigoriferi da viaggio per l’auto: meglio passivi o elettrici?

I frigoriferi portatili elettrici sono in grado di mantenere la temperatura costante all’interno del contenitore e il loro funzionamento è del tutto paragonabile a quello dei tradizionali refrigeratori presenti in ogni abitazione. A seconda delle dimensioni, il loro prezzo varia dai 30 € fino a superare i 100 € per i modelli più capienti. I frigoriferi portatili passivi presentano degli speciali alloggiamenti pensati per accogliere il ghiaccio e, di conseguenza, la loro efficacia di raffreddamento non è costante: nelle prime ore il freddo è infatti eccessivo, tanto da rischiare di rovinare frutta e verdura, andando poi ad esaurirsi con il passare delle ore. La loro autonomia è dunque limitata, tanto da costringere i viaggiatori a fermarsi più volte e ricorrere a soluzioni alternative nelle tratte più lunghe. D’altro canto, il loro prezzo supera raramente i 30 €.

Dove posizionare il frigo portatile?

Il frigorifero portatile non andrebbe mai posizionato nel bagagliaio poiché il prodotto potrebbe avere difficoltà nello svolgere il suo lavoro, specialmente nelle calde giornate d’agosto. A differenza dell’abitacolo, il bagagliaio non è infatti un ambiente climatizzato e, nella stagione estiva, le temperature del vano posteriore superano spesso i 40 gradi. È dunque consigliabile porre il frigorifero da viaggio per l’auto sul sedile posteriore e fissarlo con la cintura di sicurezza: in tal modo, il suo contenuto non verrà danneggiato da eventuali frenate brusche e rimarrà ben saldo nella propria posizione. Infine, bisogna prendere in considerazione anche le dimensioni del frigo portatile: una soluzione da 40 litri occuperà ovviamente uno spazio maggiore rispetto ad un mini frigo da 22 litri o da 15 litri, più piccolo e compatto.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda