Il grande ritorno delle fotocamere istantanee

A vederci assuefatti dagli schermi touch non si direbbe, ma il mondo digitale non ha soppiantato l’analogico. Al contrario: la tecnologia ha messo in risalto l’originalità e l’anacronismo dei simboli di un tempo perduto che oggi vantano paradossalmente un significato ancora più innovativo e profondo. Così accade che accanto agli smartphone di ultima generazione, tornino alla ribalta le fotocamere vintage. Dopo decenni trascorsi in polverosi scatoloni, diventano bramate e ricercate tutte le macchine fotografiche che hanno segnato la storia di questa arte: da quelle a soffietto, alle 35mm fino alle videocamere super8. Fenomeno condizionato dalla ricerca del vintage a tutti i costi, veri appassionati e neofiti della macchina fotografica Polaroid si accaparrano i modelli ancora reperibili tra i collezionisti, oltre a scavare nelle soffitte per riportare alla luce le proprie vecchie glorie della fotografia.  Perché scegliere una fotocamera istantanea? La stampa immediata data dalla macchina fotografica istantanea conferisce unicità allo scatto. Un ricordo che non può essere alterato da filtri, ritocchi o qualunque manipolazione digitale. Carta canta, insomma. Questa tangibilità ha affascinato la generazione anni ‘80 e ‘90 e continua tutt’oggi ad essere il punto di forza di questo oggetto. 

Come scegliere una Polaroid vintage 

Se si è convinto di voler intraprendere questo viaggio nel tempo acquistando una Polaroid usata,  è importante iniziare dalle nozioni di base. In particolare, occorre stare attenti a costi e accorgimenti tecnici che possono rendere questo hobby un po’ più dispendioso di quanto si creda. Le macchine fotografiche Polaroid sono state prodotte dal 1990 al 2005. Questo dato è fondamentale per assicurare la veridicità delle caratteristiche riportate dal venditore.  Il prezzo della fotocamera, in quanto usata, si aggira attorno ai 50-100 €, per cui risulta altamente accessibile, anche ai più giovani che vogliono cimentarsi nella rinnovata arte delle foto analogiche. Certo non si può negare che, in confronto a una fotocamera digitale, i costi di mantenimento e ricambio delle fotocamere istantanee siano nettamente superiori. La carta fotografica compatibile è di tipo 600 e una pellicola per macchina fotografica istantanea con soli 8 scatti può costare intorno ai 20 € (2,5 € a scatto).  Quindi è bene effettuare una buona ricerca tra i venditori per trovare offerte convenienti. A questo vanno aggiunti i possibili inconvenienti tecnici quali il malfunzionamento dell’otturatore, che potrebbe impedire alla luce di penetrare adeguatamente nella fotocamera (annerendo la foto) e il rischio di uno sviluppo immagine difettoso che in fase  di stampa potrebbe mischiare i colori.  
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda