Finestre: estetica, sicurezza e buon isolamento

Nella scelta di nuove finestre non è sufficiente basarsi soltanto sull’estetica, ma occorre considerare almeno altri tre fattori: l’intensità dell’illuminazione desiderata, l’eventuale oscuramento e anche il clima del luogo in cui si risiede, in quanto i serramenti non adatti al clima presentano un rischio di invecchiamento precoce. Esistono molte marche di finestre, come aluplast, REHAU e Schüco. I prezzi vanno da 20 € fino a oltre 100 €. Anche nell’usato si possono trovare varie offerte.

Una scelta ponderata

Nella scelta delle finestre, i materiali a disposizione sono generalmente il legno, l’alluminio e il pvc. Prima di scegliere il materiale, occorre considerare altri aspetti, come l’isolamento acustico se si vive in città, o quello termico se si vive in montagna. Bisognerà anche tenere conto della capacità di resistenza delle finestre agli spifferi d’aria e all’acqua. La sicurezza è un fattore altrettanto importante: quelle più sicure hanno quattro punti di chiusura e i vetri sono antisfondamento.

Le finestre in legno hanno il vantaggio di essere piacevoli alla vista, ma generalmente necessitano di una manutenzione frequente e favoriscono la dispersione termica. Quelle in alluminio garantiscono invece un ottimo isolamento termico, ma hanno un costo elevato e una bassa resa estetica. Quelle in pvc sono di lunga durata e hanno un costo ridotto.

Le varie tipologie di finestre

Nella scelta delle finestre, anche la modalità di apertura è un elemento importante. Tra le tipologie di finestre più comuni troviamo quelle a battente, a una o due ante, molto pratiche e indicate per pareti di medie dimensioni. Le finestre vasistas sono invece particolarmente adatte per arieggiare bagni, soffitte, o piccoli ambienti, in quanto l’apertura è in questo caso solo parziale. Le finestre a ribalta regalano la massima versatilità, perché possono essere aperte sia a battente che a vasistas. Infine, le finestre a scorrimento orizzontale sono molto utili quando si vuole guadagnare spazio.

La scelta del vetro più adatto

Un altro elemento fondamentale nelle finestre è il vetro. Al classico vetro singolo, è meglio preferire il doppio vetro (o vetrocamera), vale a dire due lastre di vetro separate da un telaio in alluminio che crea una camera d’aria stagna di spessore variabile tra i 6 e 22 millimetri. I modelli più performanti prevedono l’immissione di un gas inerte tra le due lastre di vetro, che ha la funzione di ridurre la trasmittanza termica. L’uso di parafreddo e paraspifferi è un altro modo semplice ed economico per ridurre il passaggio di aria fredda attraverso le finestre.