La cintura giusta

La cintura è un pratico accessorio il cui scopo primario è quello di sostenere gli indumenti.

La cintura, in senso lato, è usata da tempo immemorabile per sostenere i pantaloni maschili: corde, fasce, fili ecc.

Oggi, al di là della funzione di sostegno, la cintura da donna è anche un elemento ornamentale che esprime uno stile ben preciso e valorizza il girovita.

Scegliere la cintura

Innanzitutto occorre scegliere in base alla lunghezza, poiché non vi è niente di più scomodo di una cintura troppo lunga oppure agganciata all’ultimo foro disponibile. Di solito, gli esperti di moda consigliano di agganciare la cintura al terzo foro e di scegliere modelli che non stringano sull’addome, con conseguente effetto sgradevole di “strizzamento”.

La cintura deve essere abbinata con gusto al resto dell’abbigliamento, poiché ne diventa parte integrante e ne enfatizza gli accostamenti. Troppo contrasto di colore potrebbe guastare l’effetto di insieme.

In quanto alla larghezza, tenere presente che cinture larghe tendono a penalizzare chi non è troppo alto.

Le fibbie: elemento distintivo

Larghezza, lunghezza e materiali sono senza dubbio parametri importanti nella scelta di una cintura da donna, ma la fibbia è ciò che fa la differenza.

La fibbia è l’elemento terminale della cintura e serve a chiuderla. Le fibbie sono composte da una parte chiamata “cornice” e da un “ardiglione” (o gancio o punta), che aggancia ai fori della cintura stessa.

Proprio la forma della cornice generalmente determina il tipo di cintura.

Alcune fibbie da donna possono risultare più belle che realmente funzionali. In altre parole, spesso si indossa la cintura senza che ve ne sia bisogno, semplicemente perché piace o si intona con il resto.

Queste infatti cambiano molto con le mode e vanno scelte e usate soltanto in base ai gusti personali.

Ve ne sono di vari tipi e forme: rettangolari e solide, a clip, rotonde, piatte, ad aggancio sovrapposto, ad anello, grandi, piccole, ecc.

Per stile si differenziano le fibbie in base al design: da cowboy, fibbie vintage, a forma di cuore, semplici, musicali, con fantasie floreali, con forme di animali ecc.

I materiali sono molto diversi: si trovano fibbie in nickel, in metallo, in peltro, in argento, in oro e così via.

Se a si ama particolarmente una cintura ma ormai sembra antiquata o demodé, è possibile procedere a un restyling radicale semplicemente cambiando la fibbia. La cintura tornerà ad essere alla moda!

Prezzi

Si trovano fibbie semplici per pochi euro, dai 3 € in su; per fibbie più particolari o in metalli preziosi o con gioielli, il budget aumenta in base al tipo di articolo prescelto. Per fare un esempio, una fibbia argento in stile rococò può costare 170-200 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda