Riparazioni idrauliche fai da te

Riuscire a realizzare autonomamente piccole riparazioni o interventi di restauro in casa senza dover ricorrere a degli specialisti dà sempre molta soddisfazione, oltre a permettere di risparmiare. Per ogni lavoro fai da te è necessario possedere un minimo di conoscenze e dei materialiadeguati. Tra i vari interventi che possono rendersi necessari in casa, quelli idraulici sono forse i più comuni e, a un livello di base, possono essere abbastanza semplici da eseguire. Per quanto riguarda le competenze necessarie, al giorno d’oggi sono facilmente reperibili online, sui molti siti specializzati nel fai da te contenenti dettagliate spiegazioni e tutorial che guidano nell’esecuzione della riparazione. Il primo passo è dotarsi degli attrezzi e dei componenti idraulici indispensabili.

Attrezzi e componenti idraulici per il fai da te

È consigliabile comprare di volta in volta i componenti e gli attrezzi che si rendono necessari per i vari interventi; in questo modo sarà possibile costruire a poco a poco il proprio equipaggiamento di base. Le componenti che probabilmente si riveleranno più utili in casa sono i rubinetti e gli accessoriper la loro riparazione o sostituzione. Un altro intervento che molto spesso si rende necessario è la rimozione e sostituzione di tubie sifoni, per i quali è necessario dotarsi dei relativi raccordi e guarnizioni. I guasti riguardanti la caldaiae i radiatori possono essere un po’ più complessi da risolvere in autonomia e spesso, soprattutto per le caldaie moderne che hanno delle schede elettroniche abbastanza complesse, richiedono l’intervento di un esperto. Tuttavia, se si ritiene di poter risolvere il problema da soli, si potranno trovare in commercio tutti i componenti necessari. Infine, può rivelarsi molto utile la capacità di intervenire su pompee autoclavi, che spesso si inceppano creando non pochi disagi in casa. È inoltre consigliabile tenere sempre a disposizione adesivi e sigillanti, che possono risultare indispensabili nella maggior parte dei lavori idraulici.

La scelta dei materiali

In commercio si trovano componenti di vari marche e di qualità più o meno elevata. La tentazione di risparmiare può rivelarsi un errore, in quanto utilizzando componenti di bassa qualità si rischia di inficiare la resa del lavoro fatto, richiedendo successivamente altri interventi spesso più costosi. Si consiglia di spendere un po’ di più per avere un risultato duraturo, affidandosi a marchi conosciuti e affidabili, come 3M, Bugattio Grohe.

Il costo dipende dal tipo di oggetto e parte da 1 € per componenti semplici, come raccordi, tubi in polietilene o piccoli accessori, ma può essere di svariate migliaia di euro, anche oltre i 6.000 €, per impianti professionali, come elettropompe e complessi sistemi di approvvigionamento.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda