Chiave giratubi: l’alleata nel fai da te

La chiave giratubi è uno di quegli utensili essenziali nel campo dell'edilizia, che non possono mancare in casa di un appassionato di fai da te. Questa chiave, come dice il nome stesso, è pensata per tutte quelle tipologie di avvitature che hanno bisogno di molta forza per essere strette, al fine di evitare le eventuali perdite dell’impianto che potrebbero causare macchie o malfunzionamenti.

Brevettata con il nome di chiave Stillson, la chiave giratubi è composta da due ganasce dentate che sono regolabili e studiate per avvolgere il tubo sul quale si vuole lavorare perfettamente e per tutto il suo diametro. La vite di regolazione si trova vicino all'impugnatura e permette di utilizzare una sola chiave per tubi di dimensioni molto diverse tra loro.

La scelta della chiave

Quando si intende comprare una chiave, è bene tenere presente l’uso che se ne vuole fare. Per i lavori casalinghi, infatti, sono più adatte le giratubi di dimensioni piccole o medie, che meglio si adattano agli scarichi e alle altre tubazioni delle normali abitazioni.

È poi importante verificare le varie tipologie di chiavi giratubi in commercio, per capire quella con cui ci si troverà meglio: quella più classica è la chiave a modello svedese, ma esistono anche la chiave serratubi modello americano e la chiave giratubi a catena. Quello che cambia tra le varie tipologie è il meccanismo di trazione e anche quello di regolazione.

Una classica chiave giratubi non di marca può avere un costo che si aggira attorno ai 10-15 €, mentre una giratubi di marca, come la Rothenberger, ha un range di prezzo che si aggira attorno ai 35-60 €. Una chiave serratubi Amtech professionale da 91 cm, nuova, ha un costo di circa 50 €.

Se si vuole fare ordine tra i propri attrezzi, è anche possibile scegliere la propria serratubi in base al colore: ne esistono di tanti colori, ma le più classiche sono quelle rosse, quelle arancioni le chiavi color acciaio.

La salute prima di tutto: come lavorare in sicurezza

Durante l'avvitamento è bene fare sempre attenzione ai movimenti che si fanno con il corpo, avendo l’accortezza di muoversi in maniera regolare, ritmica e cercando di evitare gli scatti. Anche se avvitare sembra un’attività semplice, i muscoli coinvolti in questo tipo di attività sono principalmente i dorsali e i pettorali, e movimenti bruschi potrebbero facilmente causare strappi muscolari o fratture.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda