Lo smartphone nato negli Stati Uniti oggi prodotto anche in Cina

Lo smartphone è stato creato, all’inizio degli anni ‘90, dalla IBM. Il primo modello si chiamava SIMON e disponeva di un display monocolore a cristalli liquidi. Oltre alle funzioni di telefono, aveva incorporati diversi concetti di applicazioni che sono diventati indispensabili oggigiorno, come il calendario, la rubrica, l’orologio, il block notes, le funzioni di e-mail e persino un gioco. Era disponibile un pennino per poter scrivere direttamente sullo schermo. Oggi, grazie alla miniaturizzazione della tecnologia e al suo sviluppo, sono tantissime le società che producono questi mini computer portatili.

Dalla Cina uno smartphone che coniuga qualità e innovazione

Xiaomi è una di queste società che realizza cellulari, smartphone, tablet, palmari ma anche tv e hardware intelligente. Ha la sua sede in Cina ed è stata fondata nel 2010 e già l’anno successivo ha realizzato il suo primo cellulare Xiaomi Phone (o Xiaomi Mi1). Oggi sono tantissimi i prodotti che l’azienda produce, tra cui gli smartphone della serie Redmi, disponibili in tre versioni diverse, costruiti in metallo spazzolato, con due fotocamere posteriori e con una generosa batteria in grado di far arrivare il device fino a sera senza problemi. Nonostante sia una marca disponibile soltanto online sono disponibili diversi accessori che impreziosiscono il device, come le diverse cover disponibile, e i differenti sostegni e supporti che lo rendono utilizzabile in svariate occasioni in totale sicurezza. Caratteristiche principali degli smartphone della società cinese sono la qualità dell’hardware, con processori e memorie interne sempre più potenti, coniugato con un senso dell’estetica ricercato. Molto accattivanti sono gli smartphone neri della serie Redmi, Xiaomi e Mi.

Non solo smartphone

I prodotti realizzati dall’azienda di Pechino non si fissano soltanto ai cellulari di ultima generazione ma spaziano anche sugli smartwatch e altro hardware intelligente come gli utilissimi braccialetti per il fitness che, oltre a restituirci i dati accurati, ad esempio, sul numero di passi effettuato durante la giornata, informa anche sugli obiettivi che l’atleta intende realizzare. Sono anche disponibili una serie di accessori per questi orologi 2.0 quali cinturini, pellicole di vetro temperato, bracciali sostitutivi solo per citarne alcuni. Sono anche disponibili una serie importante di componentistica per cellulari e smartwatch come vetri Lcd da sostituzione oppure scocche o varia componentistica interna.

I prezzi variano a seconda del prodotto che si sceglie e partono da circa 50 € per uno smartwatch fino ad arrivare agli oltre 800 € per uno smartphone di ultima generazione top di gamma dell’azienda Cinese.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda