Stappare da sommelier: cavatappi professionali

L’utilizzo di accessori professionali è indispensabile per godere dei prodotti dell’enologia; qualunque appassionato dovrebbe possedere un decanter per degustare il vino a tavola e una cantinetta per conservare la propria collezione di vini, mentre per i produttori altri strumenti si aggiungono alla squadra, come ad esempio un rifrattometro, che misura il tasso di zuccheri nel mosto.

Comunque sia, tutti riconoscono e apprezzano un momento cruciale: lo stappamento. Questo procedimento è un rito perfettamente studiato per apprezzare al meglio l’aroma di ogni bottiglia di vino, sia esso fermo o frizzante, da tavola o molto pregiato.

Per questo il “tirabusciòn”, termine comune con cui si designa il cavatappi, non è uno strumento da sottovalutare e scegliere un modello di qualità garantirà un risultato sicuro e senza errori. Usato più spesso dai sommelier, il cavatappi professionale è costituito da un manico in legno o metallo, un coltellino estraibile con lama di circa 3 cm, una vite autofilettante e una leva. La lama permette di tagliare la capsula della bottiglia, che le regole di sommellerie prescrivono di incidere sotto il cercine, la parte più larga sul collo della bottiglia. A questo punto, è il momento di inserire la vite, detta anche “verme”: per un processo impeccabile, si consiglia di tenere la bottiglia con una mano, posizionare la vite al centro del tappo ed eseguendo un movimento circolare, avvitarla all’interno del sughero con una leggera pressione. Non resta quindi che utilizzare la leva per estrarre definitivamente il tappo, appoggiando la scanalatura sul collo della bottiglia.

Il prezzo di un cavatappi professionale può variare sensibilmente in ragione dei materiali con cui è stato realizzato, oscillando tra i 10 € per un cavatappi basic fino a 40 € per un set completo di tappi e versatore.

Un assaggio perfetto: kit da sommelier e saggiavini

Il vino è pronto per l’assaggio e un cultore del vino non può certo farsi mancare un saggiavino, detto anche tastevin. Questa coppa fa parte del kit da sommelier e ne è l’attrezzo distintivo. Il modello adottato a livello nazionale come saggiavino professionale è quello Borgognone. Esso è solitamente realizzato in argento (grazie alle sue proprietà di contribuire al dissolvimento dell’anidride solforosa contenuta nei vini bianchi giovani) e si presenta a forma di tazza.. Per ossigenare velocemente il vino prima dell’assaggio, al suo interno troviamo una bolla centrale e 14 piccole perle in rilievo. Sul lato sinistro, 8 perle concave permettono l’esame visivo dei vini rossi, mentre sul lato opposto 17 nervature consentono di far risaltare colore e limpidezza dei vini bianchi. Per completare il tutto, grazie alla tipica catena il tastevin si può facilmente appendere al collo.

Il costo medio di un saggiavino è di 15 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda