Saluti da...

Il fascino di antiche fotografie è in grado di raccontare un mondo che ci sembra lontano ma che in realtà è quello in cui vivevano i nostri genitori e i nostri nonni. Un mondo fatto di immagini in bianco e nero spedite da una parte all’altra dello Stivale o talvolta fino ai paesi più remoti dell’Europa, corredate da poche, semplici parole: “Saluti da…”. Sono tante le città italiane immortalate da fotografi anonimi o artisti celebri su cartoline che sono diventate oggi testimoni di scorci notevolmente mutati o palazzi e piazze invece ancora lì, perenni e nemmeno sfiorati dal passare del tempo, solo circondati da figure e colori diversi. Collezionare cartoline è un hobby che consente agli appassionati di storia, tradizione, costumi e folklore di rivivere su un piccolo pezzo di carta tutto il sapore antico di un’epoca in cui la carta stampata era l’unico mezzo di comunicazione a distanza, il che rende ogni lettera o cartolina affascinante e unica.

Cartoline paesaggistiche di Padova da collezione

Il Veneto è una regione ricca di storia e cultura, dalla tradizione millenaria come le sue più importanti città, dal suo capoluogo e illustre Repubblica marinara di Venezia a Verona, la città di Romeo e Giulietta, da Treviso a Padova, la città fondata nientemeno che da Antenore, principe troiano giunto nel 1183 a.C. sulle sponde del fiume Brenta; città che diede i natali allo storico Tito Livio (59 a.C.) prima che i suoi abitanti ottenessero la cittadinanza romana. L’antica Patavium fu devastata da Attila e occupata dai longobardi finché venne completamente rasa al suolo da Agilulfo. Secoli dopo, a Padova morì Antonio, frate francescano proveniente da Lisbona a cui venne dedicata la Basilica che ancora si erge sulla piazza del Santo e che ospita sculture di Donatello, immortalata su numerose cartoline d’epoca e moderne. Il patrimonio artistico della città si arricchisce nel Trecento quando Giotto dipinge l’interno della Cappella degli Scrovegni, nonché più di un secolo dopo con il monumento equestre del Gattamelata, opera di Giotto e posto nella splendida piazza del Santo, e la Cappella Ovetari dipinta dal Mantegna.

Scene di vita quotidiana e scorci storici

Le cartoline di Padova mostrano ogni scorcio in una prospettiva sempre diversa, con la piazza mercato animata, caffè Pedrocchi, il ponte di Brenta e vari scorci con tram, carrozze e una pittoresca folla di persone in abiti d’epoca. Come per ogni cartolina da collezione, il valore si determina in base alla rarità e alla richiesta di ogni singolo pezzo, nonché al suo stato di conservazione. Le cartoline nuove non viaggiate si trovano a partire da 1 € con punte di 60 €, mentre quelle viaggiate (usate) possono arrivare a 300 €.