Carte da gioco Pokémon collezionabili

Pokémon è conosciuto, principalmente, per essere un cartone animato. Protagonista di questo anime è Ash Ketchum, il cui sogno è diventare un grande maestro di pokémon insieme al suo inseparabile Pikachu. è stato trasmesso per la prima volta in Italia nel 2000 ma il primo videogioco a tema pokémon è stato lanciato nel 1996, grazie alla mente creativa di Satoshi Tajiri.

Il successo dei pokémon, tuttavia, non si ferma a tv e videogiochi. Infatti, nel 1998 la Wizard of The Coast acquisisce i diritti per produrre carte da gioco collezionabili ispirate alla serie. Ancora oggi c´è chi organizza tornei per giocare con queste carte e le più rare hanno acquisito un enorme valore.

Come giocare con le carte pokemon

Lo scopo del gioco è sconfiggere i pokémon dell´avversario. Ogni carta rappresenta un pokémon con i suoi attacchi, poteri e abilità. Sono poi presenti carte speciali che consentono di attuare determinate mosse particolari.

In ogni carta sono presenti dei punti vita e quando questi, per l´attacco dell´avversario, raggiungono quota zero è necessario dichiarare la sconfitta del proprio pokémon.

Che carta comprare

Chi fa collezionismo bramerà acquistare alcuni tra gli articoli più rari e costosi, con prezzi che possono raggiungere anche i 45.000 €.

Un esempio sono le preziosissime carte di prova "For Position Only" che sono state stampate nel 2013. Sarebbero dovute essere distrutte ma un dipendente ne conservò alcuni pacchetti e, successivamente, decise di venderli.

Una carta di Charizard olografica, per la sua rarità, arriva a valere più di 4.000 €. Se firmata da Mitshuro Arita, famoso illustratore delle carte pokémon, vale addirittura 10.000 €.

Per chi, invece, vuole solo godere del piacere del gioco, sono disponibili articoli a partire da 0,01€. Inoltre vi è anche una versione del gioco di carte collezionabili pokémon online.

Come riconoscere una carta originale

Le Pokémon Trading Card autentiche presentano il segno ™ sul retro e il marchio di copyright di Nintendo Pokémon sulla parte bassa della carta.

Alcune carte contraffatte di bassa qualità raffigurano pokemon inesistenti, in questo caso sarà semplice saper distinguere una carta originale da una falsa.

Un altro accorgimento consiste nel guardare il retro della carta e le sfumature sui bordi, il primo deve sempre essere blu, le seconde devono essere blu e bianche e di nessun altro colore.

Solitamente le carte false sono più opache e sbiadite con le scritte poco leggibili. Anche le carte troppo potenti e con punti vita superiori a 500 sono di autenticità dubbia.

Come stabilire il valore di una carta

Un fattore che influisce sul prezzo della carta è la sua rarità. Questa è indicata con un simbolo in basso a destra che può essere:

  • un cerchio per le carte più comuni;
  • il diamante nelle carte meno comuni;
  • la stella per le carte rare;
  • la stella H o tre stelle nelle carte molto rare.

Un altro indicatore di rarità è la presenza, affianco al nome del pokémon, di sigle come Lvx, Legend, Sp o altro.

Le carte più pregiate sono olografiche, quelle di maggior valore lo sono unicamente nel bordo.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda